Sanità Modena. Barcaiuolo (Fdi): “Ritardi nella prenotazione di visite specialistiche in Case della salute in Appennino”

Condividi su i tuoi canali:

None

“Case della salute, evitare a tante persone di spostarsi per chilometri. L’Ausl non ha pianificato l’attività del personale assunto di recente?”
 

La Regione risolva i ritardi nelle prenotazioni delle visite specialistiche nelle Case della salute sull’Appennino Modenese. Inoltre, la Giunta accerti se l’Ausl abbia preparato un “programma di collocamento e pianificazione delle attività per il personale recentemente assunto dall’Azienda”. La richiesta è in un’interrogazione alla Giunta del consigliere Michele Barcaiuolo (Fratelli d’Italia).

Le Case della salute hanno fra i tanti vantaggi “quello di avere un unico luogo, ben identificabile e vicino a dove vivono i cittadini, nel quale trovare tutte le risposte ai bisogni di salute che possono essere fornite fuori dall’ospedale”.

Sull’Appennino modenese ci sono quattro Case della salute e alcuni Poliambulatori. Il consigliere scrive di aver avuto segnalazioni di ritardi “nell’apertura dei calendari per le prenotazioni delle visite specialistiche, che hanno costretto i cittadini a recarsi presso gli ospedali di Modena, Baggiovara e Sassuolo per ricevere prestazioni in tempi celeri”. Le cautele per fronteggiare la pandemia renderebbero opportuno che molti anziani non fossero costretti a spostarsi per chilometri, soprattutto in montagna. Barcaiuolo sottolinea anche che “per fronteggiare la carenza di organico e tentare di rispondere prontamente alla pandemia, l’Ausl di Modena ha assunto 8.800 figure afferenti a diverse specialità socio-sanitare”.

(Gianfranco Salvatori)

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo