San Cesario sul Panaro, Scuole elementari: cancellata una prima.

Condividi su i tuoi canali:

None

A rimetterci sarà la parte più debole, ovvero bambini e docenti.

 

Comprendiamo la rabbia dei genitori che si sono visti negare l’iscrizione dei loro figli alle elementari di San Cesario perché a settembre le prime saranno forse solo due e già abbastanza numerose.

Nel corso dell’estate il numero degli iscritti (alla fine di giugno erano 54 fra cui un portatore di handicap)  pare sia stranamente diminuito, per cui la terza sezione non servirebbe più, nonostante il provveditorato avesse già dato il suo nulla osta.

Per quali ragioni questa estate alcune famiglie hanno ritirato le iscrizioni dei loro figli? Tornano alla mente gli interventi del Centrosinistra nel Consiglio Comunale dello scorso 30 Giugno, quando i nostri Amministratori ci avevano raccontato tutta un’altra storia. Grazie ad un intervento del nostro Gruppo, la maggioranza del PD per voce del Consigliere, Tangreda, assicurò: “La terza sezione verrà sicuramente istituita” (tutto registrato). 

Per i ragazzi della terza sezione rimanevano tuttavia “possibili problemi nell’accesso ai servizi mensa, al trasporto scolastico ed all’igiene delle aule”. Ma i genitori non dovevano comunque temere, perché il Consigliere Tangreda assicurò che “il Comune avrebbe cercato tutti gli escamotage” per garantire tali servizi. Forse per alcune famiglie gli “escamotage” del Comune non sono stati abbastanza convincenti e in mancanza di precise garanzie sul servizio mensa ed il trasporto scolastico hanno forse deciso di iscrivere i loro figli altrove .

Come dargli torto. La terza sezione è dunque saltata perché il Comune non è stato in grado di garantire servizi fondamentali come la mensa ed il trasporto scolastico?

Stentiamo a credere alle voci di pressioni telefoniche da parte della Dirigenza Scolastica per convincere i non residenti a San Cesario ad iscrivere i loro figli altrove. Si tratterebbe di fatti molto gravi che ingiustamente vanno a condizionare la libertà di scelta delle famiglie che hanno diritto ad iscrivere il loro figli alla scuola che vogliono.

Alla fine a rimetterci è sempre la parte più debole, ovvero bambini e docenti che potrebbero ritrovarsi a convivere in classi numerose dove più difficile è insegnare ed apprendere. In una delle due classi vi sarà un portatore d’handicap per il quale, di norma, la classe non dovrebbe essere costituita da più di 20 alunni (vedi Decreto Presidente Repubblica 20 marzo 2009, n. 81, all’art. 5 comma 2).

Abbiamo scritto al Dirigente scolastico per chiedere spiegazioni e presentato un’interrogazione all’Assessore all’Istruzione, Maria Grazia Borsari, il vero e proprio “UFO” della Giunta: quasi mai appare ai Consigli, non si è vista neppure al Consiglio del 30 Giugno nonostante ben tre ordini del giorno riguardassero la scuola.

Chiediamo all’Assessore Borsari di riferire in Consiglio sulla triste vicenda e di farsi promotore di una pubblica assemblea o di un Consiglio aperto dove, insieme al personale ed alla dirigenza scolastica, ci si confronti sui problemi (ed i pregi, ovviamente..) della nostra scuola, negli ultimi tempi purtroppo troppo spesso al centro di polemiche.

 

Comune di San Cesario sul Panaro

Gruppo consiliare “”lista civica nuovo San Cesario con senzafiltro””

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...