Sabato Beppe Severgnini a Crogiolo Eventi

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

Si svolgerà sabato prossimo, 24 marzo a partire dalle ore 17,30 presso il Crogiolo Marazzi in via Regina Pacis angolo via Radici in Monte, il nuovo appuntamento con “Crogiolo Eventi”: la rassegna culturale organizzata dal Comune di Sassuolo in collaborazione con Mismaonda Creazioni e Marazzi Group.

 

Ospite della rassegna, ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, sarà Beppe Severgnini con il suo “La lingua misteriosa dei binari”: i treni tra musica, letteratura e giornalismo. Canzoni di Simona Bondanza, al piano Alessandro Collina.

 

Il viaggio più affascinante è un viaggio antico, graduale, privato e sociale insieme: il viaggio in treno. I treni sono teatri, caffè, bazar. L’unico talk-show che non conosce crisi è quello che si replica quotidianamente sulle rotaie. La confidenza genera libertà: ci ha messo insieme il caso, ci dividerà una stazione. I treni aiutano a pensare. Tutti i grandi viaggi, dai pellegrinaggi cattolici al Grand Tour, dalla prima partenza con gli amici al viaggio di nozze, sono in fondo una lenta scoperta di se stessi: il panorama che c’interessa sta dentro di noi.

 

Beppe Severgnini ha un nome per tutto questo: la terapia dei binari. Con questo viaggio racconterà come i treni abbiano attraversato la musica, la letteratura, il giornalismo. Protagonisti silenziosi, in corsa col loro carico prezioso: donne e uomini, idee e sogni.

 

Beppe Severgnini è il nuovo direttore di 7, il settimanale del Corriere della Sera, di cui è editorialista dal 1995. Dal 2013 scrive come opinion writer per The New York Times. E’ stato corrispondente in Italia per The Economist (1996-2003).  Ha lavorato per il Giornale di Indro Montanelli (1981-1994) e per la Voce (1994-1995). Nel 2004, a Bruxelles, è stato votato “”European Journalist of the Year””.

 

 

Simona Bondanza è una delle più interessanti voci italiane vicine al jazz. Nata e cresciuta a Genova, compone nel suo repertorio jazz, _Kabarett_, canzone d’autore e ballate popolari con gusto elegante e con stimolanti riferimenti letterari. Predilige le apparizioni non comuni, in situazioni che possono essere la “”punteggiatura musicale”” di incontri

letterari e conferenze o recital particolari: un omaggio a Gino Paoli, come le è capitato sul palco del Teatro Carlo Felice di Genova con Enrico Rava e Dado Moroni, o gli incontri sulle “”Isole immaginarie”” di Ernesto Franco, in duo con Piero Leveratto.

 

L’appuntamento con La lingua misteriosa dei binari è per sabato 24 marzo, a partire dalle ore 17,30 presso il Crogiolo Marazzi con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Razzismo, vittimismo, protagonismo

Così come nulla impedisce al sole di sorgere, nulla impedisce che a febbraio  si  rinnovi l’appuntamento  con il  Festival di Sanremo. Soltanto un extraterrestre potrebbe

Acutil

Ricordo che mia madre mi faceva assumere questo medicinale, citato nel titolo, durante il periodo scolastico (ai miei tempi non si chiamava integratore) per favorire