“Rosso Malpelo” e rubagalline

Condividi su i tuoi canali:

Abbiamo assistito ad una fuga rocambolesca quanto breve di Corona, ora assicurato alla giustizia ...mentre altri delinquenti....
art. di Maria

 

Gli  antichi detti, si sa, hanno un aforisma per ogni situazione della vita, e per ogni evento.

Qualche volta, è vero, non  ci azzeccano, come quando sentenziano “Rosso Malpelo”  per  indicare qualcuno di molto cattivo. A me il piccolo orfano dai capelli rossi descritto da Giovanni Verga nella novella omonima  ha sempre destato tenerezza e pena; una delle mie compagne di classe delle elementari, dai bei capelli fiammeggianti, è ancora adesso una delle mie amiche più care ; senza considerare poi che i gatti rossi, e io ne ho avuto ben tre in diversi periodi della  mia vita, sono i più affettuosi del mondo.

Ma, tornando agli antichi detti, essi  di solito hanno una irritante infallibilità. In questi giorni sicuramente, a molti il vecchio detto “A rubare poco si va in galera, a rubare tanto si fa carriera” sarà venuto alla mente, assistendo alla “caccia all’uomo” imponente,  per la fuga di Fabrizio Corona. Uno dei tanti esseri, buoni a campare di espedienti di vario tipo, con lo stesso senso morale, e la stessa simpatia,  di una zanzara. Ma Corona è un rubagalline, rapportato ai veri delinquenti, appena un modesto comprimario, ma che dico, una velleitaria comparsa, nel fiorente mondo dei lestofanti che affollano le nostre vite.

La mobilitazione, persino dell’Interpol,  con il predetto rubagalline “braccato” per tutta Europa, con le notizie, via via aggiornate, date per prime nei notiziari nazionali…una farsa. Fra l’altro, oltre che sfiorare il ridicolo e il grottesco, tutto ciò ha fatto il gioco di chi, come Corona appunto,  nel clamore e nella sovraesposizione mediatica trova la sola maniera di esistere. In pratica, a questo signore hanno fatto un gran piacere, dando persino modo ai suoi estimatori di  radunarsi e di attenderlo all’ingresso del carcere di Busto Arsizio.

Con una sentenza passata in giudicato, effettivamente è logico che Corona vada in galera…ma quanti, e quanti ancora, per reati più gravi, per truffe ben più imponenti, ancora girano bellamente  a piede libero, oppure sono protetti dall’immunità parlamentare…o dalla mancata estradizione…e allora, al  popolino, si sa, torna alla mette il vecchio detto…

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire