Risposta alle critiche del Senatore Giovanardi

Condividi su i tuoi canali:

None

Il successo della missione dei cittadini a Roma per chiedere rinforzi di Polizia ha destato inaspettate reazioni 

Strano ma vero: l’onorevole Carlo Giovanardi afferma che non dovevamo scomodarci ad andare a Roma, al Ministero dell’Interno, per chiedere maggiori forze dell’ordine per la sicurezza della nostra città.

Verrebbe voglia di chiedergli se gli sembri normale questa sequenza di rapine a mano armata, di aggressioni caratterizzate da violenze gratuite ai danni di commercianti, cittadini inermi o intere famiglie. Sappia Giovanardi che noi non vogliamo arrenderci a questo tipo di “normalità”.

Per questi stessi motivi, sette mesi fa, preparammo un documento che chiedeva un adeguamento della Polizia di Stato a Modena per fronteggiare la situazione di allarme che si vive in città.  Chiedemmo più agenti sulle strade, anche perché, negli ultimi cinque anni, gli agenti invece di aumentare sono diminuiti: dai 453 del 2003, ai 410 di oggi!

Non solo. Anche il “Patto per la sicurezza” di due anni fa, col quale il Ministero dell’Interno riconosceva che l’organico di Polizia di Stato era carente impegnandosi ad inviarci 25 poliziotti in più, non ha trovato applicazione né dal precedente Governo di centrosinistra, né dall’attuale di centrodestra.

Per tutti questi motivi noi siamo andati a Roma al Ministero e abbiamo consegnato e illustrato il documento di richiesta di un incremento delle forze dell’ordine, trovando ascolto dal consigliere Luigi Peruzzotti, consigliere particolare del Ministro dell’Interno, Bobo Maroni.

In questo modo crediamo di avere fatto il nostro dovere di cittadini lavorando nell’interesse della città.

D’altra parte in sette mesi quel documento di richiesta di rinforzi, malgrado fosse stato sottoscritto da tutte le Associazioni di categoria, da politici di entrambi gli schieramenti, dai sindacati di polizia e, soprattutto, dalle massime autorità cittadine, non era mai stato portato al Ministro. Nemmeno il Signor Sindaco era riuscito a fissare un appuntamento al Ministero.

Per questi motivi abbiamo assunto l’iniziativa della missione a Roma, missione che ha avuto indubbio successo.

Non è poi esatto quanto afferma Giovanardi di ‘non essere mai stato contattato’ dai Comitati. Il 4 ottobre scorso, infatti, gli abbiamo inviato una lettera con la quale chiedevamo ci aiutasse a prendere appuntamento col Ministro dell’Interno, proprio per l’incontro che abbiamo svolto l’altro ieri. Lettera a cui il senatore Giovanardi non ha risposto.

Per quanto poi riguarda l’invito del senatore ad andare a rappresentare i problemi della città non a Roma ma in Prefettura a Modena, dobbiamo ancora una volta deludere Giovanardi. Su questi stessi temi, l’8 maggio dell’anno scorso, abbiamo incontrato il signor Prefetto, così come lo abbiamo informato della gravità della situazione durante la seduta del Consiglio Comunale di fine ottobre. Anche se non ci è parso il Signor Prefetto nutra la nostra stessa preoccupazione per la situazione della sicurezza in città.

Senza alcun intendimento polemico ringraziamo a priori il Senatore modenese se, in futuro, si impegnerà per rendere la città più sicura e vivibile, che è l’unico obiettivo che ci sta a cuore.

 

 

Coordinamento Comitati per la Sicurezza Modena

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della