Richiesta “”smilitarizzazione”” GdF

Condividi su i tuoi canali:

None

Il DNA della Guardia di Finanza incompatibile con il Comparto Difesa.

A distanza di circa 30 anni dalla nascita della Rappresentanza Militare che ci ha visti convivere durante questo lungo tempo in una sorta di “Torre di Babele”, dove le esigenze di ogni singolo Corpo o Forza Armata sono sempre diverse da quelle degli altri attori sulla scena, il COCER della Guardia di Finanza chiede formalmente di uscire dall’ambiguità vissuta sino ad ora.

Con grande dignità il COCER Guardia di Finanza dice basta.

Con l’orgoglio dell’appartenenza ci presentiamo e formalizziamo tale richiesta nel corso dell’audizione del COCER Interforze dinanzi alla Commissione Difesa del Senato che oggi tratta la tematica alloggiativa delle Forze Armate: di fatto, però, non riguarderà i finanzieri che militari lo sono comunque.

Non è solo la politica degli alloggi che ci vede in una posizione marginale rispetto alle FF.AA.; molte altre sono le problematiche che ci distanziano e ci differenziano.

In 30 anni di convivenza in questa “casa comune Interforze” siamo stati inclusi formalmente come appartenenti alla “”Difesa”” senza che vi sia stato mai un riflesso positivo per il Corpo ed i suoi appartenenti.

È ora di eliminare tali contraddizioni: chi fa il “soldato” stia nel Comparto difesa, chi fa il “poliziotto” stia nel comparto sicurezza.

Questa è la logica di una casa comune!!

È questa la strada che il COCER – X Mandato della Guardia di Finanza – chiede di percorrere.

 

La richiesta che rivolgiamo alla politica, con fermezza, è di procedere con la separazione dei comparti e con il riconoscimento del DNA del Corpo che lo lega al Ministero dell’economia e delle Finanze dove risiede il “”padre biologico”” della nostra Istituzione.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava