Renzi, tanto fumo e niente arrosto

Condividi su i tuoi canali:

Contraddizioni e promesse del Premier, riportate con riferimenti temporali e rimandi in Rete per i riscontri.

Da sempre ci insegnano che a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina e che non è tutto oro quello che luccica. Spero di sbagliarmi, ma ho come l’impressione che dietro tutte le promesse del Primo Ministro Matteo Renzi ci sia tanto fumo e poco arrosto, così, giusto per continuare con i luoghi comuni. Tra gli obiettivi espressi mercoledì dal nuovo governo ricordo i 1000 Euro annui a tutti i lavoratori dipendenti che guadagnino meno di 1500 Euro al mese, la vendita all’asta di 100 auto blu, l’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie e la riforma del lavoro. Bene, Però se andiamo a rivedere alcune dichiarazioni di Renzi, nemmeno troppo lontane nel tempo possiamo scoprire che tende a dimenticare facilmente. Vero Graziano? (leggasi Delrio).

 

IPSE DIXIT

 

29 Novembre 2012:

“”Io nel mio governo vorrei 10 ministri, e un numero di sottosegretari che siano sufficienti. Il modello è l’Unione al contrario&””

Rai1 [1]

 

17 Aprile 2013:

“”Non voglio fare il Presidente del Consiglio, se non passando dalle elezioni””

L’Adige – Le Invasioni Barbariche La7 [2]

 

13 Gennaio 2014:

“”Parlare di rimpasto è roba da prima repubblica. Che noia. Vi prego: parliamo di cose concrete””

Repubblica.it [3]

 

12 Marzo 2014:

“”immediato e totale dei debiti della Pa.: 22 miliardi già pagati e 68 miliardi totali che pagheremo entro luglio“”

il Sole24Ore.com [4]

 

Bene, noi sappiamo oggi, col senno di poi, che tutto è andato diversamente…i ministri non sono 10, ha fatto le scarpe a Letta nonostante non sia passato dal voto popolare, il suo governo di fatto è un rimpasto (la metà dei ministri provengono dal precedente esecutivo come testimoniato proprio qui su Bice [5]) e, infine, il termine per pagare i 68 Miliardi di debiti delle PA è già stato spostato a settembre. Alla luce di questo, cari lettori, è legittimo avere fiducia, ma sappiate anche essere critici. Se a Maggio non troverete gli 80 Euro, la riforma del lavoro non sarà stata fatta, le auto blu non saranno state vendute e non sarà stata aumentata la tassazione sulle rendite finanziarie…non ricordatevi solo del pesciolino rosso della slide!

 

[1]http://video.corriere.it/quando-renzi-diceva-bastano-dieci-ministri/3df554e4-a135-11e3-b365-272f64db5437

 

[2]http://www.ladige.it/articoli/2014/02/25/renzi-mai-premier-eletto

 

[3]http://www.repubblica.it/politica/2014/01/13/news/letta_il_2014_per_noi_anno_fondamentale_possiamo_superare_i_ritardi_del_passato-75827171/

 

[4]http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-12/debiti-pa-renzi-entro-luglio-saranno-pagati-68-miliardi-181007.shtml

 

[5]http://www.dabicesidice.it/Kcms/Kweb/Viewer.aspx?pkentity=c29850e05db546049eef595c6f1b8408&arg=cd6fae80158742b8a1a9c6ba35eb9583&chiave=0852534f5452432bbc828d3f61b9ff0a&rac=cb77a656070a42f0bea1f5f938293f7b

 

 

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

ELEZIONI: UN INCONTRO PER LE LISTE

L’ufficio elettorale del Comune di Sassuolo organizza un incontro con le forze politiche che intendono presentare una lista di candidati alle prossime consultazioni elettorali comunali.