Renza Barani eletta Presidente di Federconsumatori Emilia Romagna

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 E’ la modenese Renza Barani la nuova Presidente di Federconsumatori Emilia Romagna, la più grande Associazione di Consumatori della nostra Regione. Una decisione che ha registrato l’unanimità del Consiglio Direttivo, svolto alla presenza del Presidente nazionale di Federconsumatori, Emilio Viafora e del Segretario Generale della CGIL dell’Emilia Romagna, Luigi Giove. Renza Barani, 62 anni, ha nel passato ricoperto diversi incarichi in CGIL, diventando nel 2009 Presidente della Federconsumatori di Modena; un incarico mantenuto sino al 2016, quando è stata eletta vice Presidente nazionale di Federconsumatori, con deleghe al Turismo e alle TLC. La nuova Presidente ha ringraziato con calore Marcello Santarelli, Presidente di Federconsumatori Emilia Romagna negli ultimi sei anni, ora chiamato ad un nuovo incarico in CGIL a Ravenna. Un ringraziamento al quale si è associata tutta l’assemblea, che ha riconosciuto l’importante crescita di peso dell’associazione regionale sotto la guida di Marcello. “Una crescita che deve continuare” ha affermato Renza Barani “sia dal punto di vista organizzativo che da quello politico. Dobbiamo essere attivi nella costruzione di proposte di cambiamento a favore dei consumatori; dobbiamo costruire sinergie ed alleanze che ci consentano di rafforzare la nostra iniziativa nei confronti delle istituzioni. Ora però siamo tutti sulla barricata. L’uscita dall’emergenza sta consegnando alle Associazioni dei Consumatori un mondo di problemi e di ingiustizie; sono cresciute le fragilità tra le persone e si sono evidenziati i limiti di quei settori che hanno bisogno di una maggiore regolazione e controllo. Un lavoro immenso ci attende” ha concluso la nuova Presidente “quello di dare voce e rappresentanza ai più deboli, a chi è in difficoltà, a chi ha subito un’ingiustizia. Una voce da trasformare in energia di cambiamento, in una scossa positiva per chi pensa che questo sia l’unico mondo possibile.” 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Al Dio sconosciuto

In questi  giorni, per la  prima volta credo  nella vita di tutti,  sentiamo veramente  il problema della siccità… Per quanto sia endemico, sembrava solo un

Gli italiani non votano…

Ci sono frasi che rimangono nella memoria delle persone e nella storia di un popolo. Una di queste, pare sia state detta da Vittorio Emanuele

Il salario minimo?  Davvero?

Il salario minimo verrà applicato anche agli schiavi che lavorano per tre euro l’ora, al sud e al nord, o per loro nulla cambia in

‘I dolori del giovane Giggino”

Normalmente un movimento qualunquista dura tre o quattro anni. Il M5S , che è il prototipo del qualunquismo populistico per eccellenza, è durato oltre 12