RAID IN TABACCHERIA A SPILAMBERTO: LA SOLIDARIETA’ DI CONFESERCENTI

Condividi su i tuoi canali:

None

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A seguito dell’ennesimo furto con scasso, questa volta a un bar tabaccheria, il Direttore Confesercenti Area Terre di Castelli Emanuele Costetti interviene in merito: “”E’ un nostro associato. Gli esercizi commerciali vanno tutelati: quest’anno è previsto l’inserimento di un nuovo agente di polizia a Spilamberto, ma non è sufficiente. Sollecitiamo un potenziamento di uomini e mezzi a tutela dei cittadini””

Confesercenti Area Terre di Castelli esprime la sua solidarietà a Mario Angelica, titolare del bar tabaccheria San Pellegrino di Spilamberto che, nei giorni scorsi, ha subito l’ennesimo furto con scasso che gli ha causato un danno di oltre 6mila euro. 

“”Si tratta di un nostro associato – commenta Emanuele Costetti, Direttore Confesercenti Area Terre di Castelli – vittima dell’ultimo di una serie di reati sul territorio che ci fa esprimere una domanda di maggiore sicurezza per le categorie che rappresentiamo. In particolare i tabaccai sono ormai snervati da questa situazione perché, posti sulle strade di passaggio, vengono sempre più spesso presi di mira da sbandati attratti non solo dagli incassi ma anche dal valore del rifornimento dei tabacchi. L’inserimento di un agente di polizia previsto quest’anno per presidiare il Comune di Spilamberto, così come i contributi del Fondo Sicurezza che la Camera di Commercio ha stanziato per le piccole imprese per installare impianti d’allarme sono iniziative molto utili che, però, non riescono a contrastare il fenomeno della criminalità. Anche il bar tabaccheria San Pellegrino era dotato di un sistema di sicurezza, ma non è stato un deterrente. Occorrerebbe un maggiore lavoro di intelligence – conclude Costetti – che aiuti a prevenire questi episodi ormai tristemente all’ordine del giorno. La tanto decantata installazione di varchi elettronici potrebbe forse aiutare a contrastare questo fenomeno””. 

 
Nella foto: Emanuele Costetti, Direttore Confesercenti Area Terre di Castelli.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati