Questori nuovi e problemi vecchi

Condividi su i tuoi canali:

None

Che fine hanno fatto le nostre proposte?

Salutando il Dott. Elio Graziano, chiamato a Roma, desideriamo fargli gli auguri per il suo nuovo impegno e ringraziarlo per averci ricevuto in Questura, poco più di un mese fa, assieme alla Dott.ssa Cesarale e al Dott. Morra.

In quell’occasione gli abbiamo consegnato un dossier di una ventina di pagine contenente una parte di problemi che affliggono ancora alcune zone della città e le relative nostre proposte per risolverli: alcune di esse riguardavano direttamente la Polizia, mentre per le altre il Dott. Graziano ci aveva assicurato il proprio appoggio per portarle all’attenzione degli interessati.

Ne’ prima, ne’ nel corso di quell’incontro siamo stati avvisati che il Questore avrebbe lasciato il proprio incarico dopo un mese: ci auguriamo pertanto che il dossier sia stato trasmesso al Dott. Salvatore Margherito, che prende il suo posto e al quale diamo il benvenuto augurandogli buon lavoro.

Come cittadini animati da senso civico siamo infatti disponibili a dedicare parte del nostro tempo per collaborare con le forze dell’ordine (ancorché non tenuti: come contribuenti dovremmo anzi pretendere che la legge fosse fatta rispettare da chi è remunerato con le tasse di tutti per farlo), ma non siamo affatto disposti a sciuparlo.

Diciamo questo perché, a più di un mese di distanza, non solo non vediamo ancora presa in considerazione la maggior parte delle nostre proposte, ma anche dopo l’arrivo di nuovi mezzi in Questura e dei militari al CIE (che ha fatto sì che si sia reso disponibile qualche agente in più), non notiamo un maggior passaggio di pattuglie, anzi.

E ciò anche in luoghi, come Viale Mazzoni, Via Palestro, i condomini R NORD, Viale Gramsci e le vie Zannini-Cavo Cerca-Osoppo, in cui l’”abbassare la guardia”, soprattutto nelle ore serali e notturne, sta comportando una ripresa o un peggioramento del degrado.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria