Proponiamo un coordinamento fra le Forze dell’ordine, una migliore sorveglianza del territorio

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
PAVULLO. Il Castello e Uniti a Pavullo, sono le due liste che sosterranno la corsa per la poltrona di sindaco di Gian Luca Muzzarelli. Il suo programma si incentra su tre temi fondamentali: sicurezza, famiglie e infrastrutture pubbliche.

Sul primo tema Muzzarelli è molto critico l’amministrazione dove intervenire con misure che invece non ha mai adottato.

 

Muzzarelli, lei che propone?

 

«Un coordinamento fra le Forze dell’ordine, una migliore sorveglianza del territorio, l’identificazione certa dei sospetti e dei fermati, il controllo nelle abitazioni in affitto, l’introduzione di sistemi di videosorveglianza nelle zone a rischio. Tutte cose  che un sindaco avrebbe potuto e dovuto mettere in atto a fronte di una recrudescenza della criminalità ammessa

anche dalla sinistra».

 

 La famiglia è un cavallo di battaglia del centrodestra. Le politiche per il rilancio di un’istituzione mai troppo importante sono punti indispensabili per lei. Quali sono le sue priorità?

 

«Per le famiglie sono state illustrate quelle che secondo il centro destra sono vere e proprie emergenze in atto, dalla sicurezza degli edifici scolastici, alle liste di attesa per gli asili (circa 150 famiglie non possono inviare i loro figli alla scuola materna o ai nidi per carenza di posti».

 

 Nella sua squadra di governo ci sarà anche Fabrizio Ferron, grande portiere di serie A. Chi meglio di lui può gestire lo sport?

 

Probabilmente nessuno può essere più competente di lui. Ferron è un ex portiere di Inter, Sampdoria e Bologna, stimato per il suo passato e che ha tanto da dare sia come esperienza sia come idee. Tanto per fare un esempio va detto che ha già avviato contatti molto promettenti per la realizzazione di un Palazzetto dello sport a cura di privati, che pertanto non graverà sulle finanze pubbliche. Sempre più l’appoggio dei cittadini sarà necessario per lo sviluppo del paese, soprattutto in quelle opere che l’amministrazione non può finanziare interamente».

 

.Palazzetto fa rima con… infrastrutture, un altro dibattito comune ai programmi dei tre candidati.  

 

Qui ci tengo a fare delle puntualizzazioni. Le infrastrutture che hanno reso possibile lo sviluppo sociale ed economico di Pavullo, sono state realizzate oltre venti anni fa, e tutte da amministrazioni non di sinistra. Mi riferisco all’ acquedotto, alla rete del gas, al potenziamento rete elettrica nelle frazioni, alla viabilità, frazionale e vicinale. E cosa ha fatto la sinistra? Dal 1988 non è stata realizzata alcuna infrastruttura di servizio per lo sviluppo. In tale cornice il traffico è spaventosamente aumentato, la viabilità è compromessa e i parcheggi sono quanto mai

carenti».

 

 Cosa propone in sostanza il centrodestra?

 

«Il nostro impegno è per una ripresa delle attività che nel passato hanno consentito lo sviluppo di Pavullo e che invece adesso si è attutito e ci ha lasciato con le spalle al muro. Siamo il maggior centro dell’appennino, dobbiamo essere il traino per lo sviluppo ma senza idee e con l’empasse del centrosinistra non possiamo farlo. Noi siamo per un’amministrazione meno pesante, che stia al passo con i tempi».

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...