Prima riunione a Montecitorio per i gruppi parlamentari di Forza Italia

Condividi su i tuoi canali:

None
Prima riunione a Montecitorio per i gruppi parlamentari di Forza Italia. Erano presenti tutti i deputati e i senatori eletti il 4 marzo scorso, che hanno incontrato il presidente Silvio Berlusconi. Lo stesso Berlusconi ha, inoltre, chiesto alle  parlamentari azzurre neoelette di presentarsi ai colleghi. Tra i volti nuovi emergenti anche Benedetta Fiorini, che, nel collegio uninominale di Sassuolo, ha ottenuto una storica vittoria, in una terra dove mai prima d’ora la sinistra aveva perso. “”Poter rappresentare il mio territorio e poter aiutare, coi fatti, e non solo a parole, la mia gente è per me un grande onore. L’incontro di ieri con il presidente Berlusconi e tutti i colleghi di Forza Italia è stato per me un momento molto importante e significativo – spiega l’on. Fiorini – . Il presidente ci ha ricordato che la nostra stella polare deve essere sempre il bene del territorio che rappresentiamo: non posso che essere totalmente d’accordo con lui. Al centro delle nostra azione politica ci saranno, la sicurezza e l’esigenza impellente di abbassare le tasse per far ripartire l’economia oltre, naturalmente, agli altri temi del nostro programma. Ora è tempo di passare dalle parole ai fatti per il bene di tutti. Oggi più che mai l’Emilia Romagna può vantare una squadra determinata e coesa. Sono certa che, insieme alla sen. Anna Maria Bernini, che ringrazio sinceramente, e agli altri colleghi eletti, porteremo avanti battaglie importanti per tutti, per quelli che ci hanno votato ma anche per gli altri””.
 
 
 
La seconda foto è di Livio Anticoli. Si prega di inserire il credit in caso di pubblicazione.

 


 

20180315_155520.jpg (161 Kb)
 

Download

IMG-20180315-WA0009.jpg (49 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati