Prezzo del cibo e costo del petrolio

Condividi su i tuoi canali:

Il costo del cibo aveva subito una drammatica impennata, rincarando tutti i mesi da giugno dello scorso anno a febbraio di quest’anno.art. del dr. Riccardo Pelizzo

Draghi non legge la “Lettera politica”

Per mesi il prezzo del cibo e il costo del petrolio sono saliti in maniera quasi inarrestabile. Il petrolio, nel corso dell’ultimo anno, era rincarato dagli 85 a oltre i 120 dollari.

Il costo del cibo aveva subito una drammatica impennata, rincarando tutti i mesi da giugno dello scorso anno a febbraio di quest’anno. Il costo del cibo, che la FAO misura sulla base del Food Price Index, è passato infatti da 168 punti a 237, che corrisponde ad una crescita del 41 per cento circa.

Nell’ultimo mese anche Draghi, governatore della Banca d’Italia, si è accorto che effettivamente esiste una crisi alimentare ed ha commentato che si tratta di rincari dovuti ad origini misteriose.

E’ evidente che il governatore della Banca d’Italia non legge la lettera politica. Se la leggesse saprebbe infatti che l’incremento del prezzo del cibo è stato causato dal rincaro del petrolio e dal maltempo.

Negli ultimi due mesi il prezzo del cibo si è grosso modo stabilizzato e salvo sorprese nei prossimi mesi dovrebbe subire una flessione. Mentre gli analisti si sono preoccupati di dirci che la cattura e l’uccisione di Osama Bin Laden dovrebbe assicurare la rielezione di Obama, mentre il professor Alesina dalla pagine del Corriere della Sera ci dice che Obama deve usare la sua popolarità per fare riforme incisive, mentre l’intelligence teme che dopo la eliminazione di Osama vi possano essere dei colpi di coda da parte del terrorismo internazionale, noi riteniamo che la notizia vera sia un’altra: l’immediato crollo del costo del petrolio sceso di colpo del 12 per cento, che si tradurrà in una riduzione del costo del cibo nei prossimi mesi.

Per cui, proprio adesso che la Banca d’Italia si era accorta dell’incremento del costo del cibo, questo si mette a scendere. Come tempismo non è male.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo