Presidente di Commissione

Condividi su i tuoi canali:

None

Ivano Mantovani, sposato, maturità magistrale, dipendente di una società di servizi assicurativi e consigliere provinciale eletto nel collegio 21 di Novi/Concordia/San Possidonio, è il neo eletto Presidente della Commissione  “”Governo del territorio e tutela dell’ambiente” della Provincia di Modena.

Di una commissione, cioè, che eserciterà una funzione strategica nella funzione di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del Consiglio Provinciale, svolgendo attività preparatoria e consultiva su temi che fanno riferimento ad una delle aree più delicate per il nostro territorio, quella cioè di tutela dell’ambiente.

Colpisce che a presiedere questa Commissione sia Mantovani: se è vero infatti che ha al suo attivo una lunga esperienza di amministratore (è già stato Consigliere Provinciale nella precedente legislatura 2004-2009, e Sindaco di Concordia dal 1987 al 2004), è però anche vero che è membro del Consiglio di Amministrazione di AIMAG, e Amministratore Delegato di COIMEPA Srl, una società di distribuzione del gas nella vallata destra del Panaro.

AIMAG (per una scelta sciagurata del PD) sta per vendere il 25% del suo capitale ad HERA; tramite CAMPO (società fondata insieme ad ICSTA SRL e controllata da AIMAG al 75%) gestisce il nuovo impianto di compostaggio di Massa Finalese, di proprietà di ICSTA stessa, una società privata di costruzioni, scavi e trasporti di Mirandola, da sempre impegnata con le industrie saccarifere per il movimento terra, espurghi vasche di decantazione, costruzione e manutenzioni argini, e con gli enti pubblici per la realizzazione di strade, piazzali, urbanizzazioni, acquedotti e fognature); partecipa, insieme ad alcuni Comuni della montagna, alla gestione della società COIMEPA.

Sapere quindi che il neo Presidente della più importante Commissione provinciale è consigliere della Multiutility AIMAG non ci rassicura, e immaginiamo con sospetto le audizioni sugli impianti di compostaggio e sugli inceneritori, considerati gli interessi di AIMAG sullo smaltimento delle frazioni organiche da raccolta differenziata di cui gli impianti di Massa Finalese e Fossoli sono già destinatari, e considerate le potenzialità di smaltimento dell’impianto a biomasse previsto a Finale Emilia, una volta attuata la riconversione dello zuccherificio…

Data la delicatezza della situazione del territorio e dei rapporti istituzionali in essere, crediamo che i cittadini della Provincia meritassero un Presidente di Commissione meno coinvolto nel business.

 

Liste Civiche a 5 Stelle BeppeGrillo.it di: Comporto,Carpi, Formigine, Mirandola, Modena, San Prospero

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati