Presentata un’interrogazione per accertare eventuali ritardi nel collaudo e per chiedere se la Regione intende investire per il completamento della seggiovia Stellaro

Condividi su i tuoi canali:


Turismo Modena. Evangelisti (Fdi): “Accertare la fine lavori della seggiovia di Montecreto”Presentata un’interrogazione per accertare eventuali ritardi nel collaudo e per chiedere se la Regione intende investire per il completamento della seggiovia Stellaro
Qual è la data di fine lavori della seggiovia di Montecreto (Modena) alla luce delle proroghe legate alla variante del progetto esecutivo? A chiederlo, con un’interrogazione è Marta Evangelisti (Fratelli d’Italia) che invita l’esecutivo regionale ad accertare eventuali responsabilità per il ritardo dell’apertura dell’impianto.La consigliera, con l’atto ispettivo, intende inoltre accertare l’ammontare della penale per ritardo prevista da contratto e se è stata applicata, se sono stati redatti i documenti propedeutici alla redazione del collaudo statico, del collaudo tecnico-amministrativo e dell’autorizzazione all’esercizio e se risultano ritardi nella trasmissione di tutta la documentazione necessaria al ministero dei Trasporti.“La realizzazione della seggiovia -ha sottolineato Evangelisti- rappresenta un obbiettivo per consentire la rivalutazione turistica del territorio. L’apertura dell’impianto sarebbe però legata dall’apertura dell’altra seggiovia a valle, la Stellaro, che porta appunto alla nuova seggiovia da autorizzare. Stando a notizie di stampa, per mantenere l’operatività della Stellaro occorrerebbe un investimento stimato in circa un milione di euro. Per tanto, occorre anche capire se la Regione ha intenzione di farsi carico delle relative opere da effettuare tra il 2023 e il 2024”.(Lucia Paci)
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Onore ai fedeli servitori dello Stato

Ogni giorno, in Italia, sono molte migliaia, anzi centinaia di migliaia (3,2 milioni i dipendenti pubblici) i lavoratori al nostro servizio, che operano con impegno,

Gli sciacalli dello scoop

I contenitori pomeridiani  affermano di seguire la cronaca per sete di informazione e qualcuno sostiene giustamente che  indagare sulle reazioni, investigare le emozioni del momento