Preoccupante ma non sorprendente

Condividi su i tuoi canali:

“...in fondo, tutti lanciamo dei platonici “penultimatum” a chi si macchia di inutili crudeltà, manca alla parola data, disattende le promesse”
art. di A.D.Z.

Una settimana impegnativa, per il Paese e per i cittadini, questa venticinquesima, quasi al giro di boa di un anno difficile,fra tutti i difficili anni di cui, personalmente e collettivamente, abbiamo ricordo.

Bice questa settimana offre ai suoi lettori “All’ultimo momento”, articolo  firmato dal Sen. Paolo Danieli,sul tema delle riforme ancora fattibili dal Governo.

Torna il problema dello stoccaggio gas a Rivara, L’autore, G.Gaslini, scrive una circostanziata disamina dell’argomento.

Alex Scardina mette a fuoco la costante crescita del “fenomeno Lega” che in Emilia e in particolare a Vignola guadagna sempre maggiori consensi, superando anche il PdL.

Impossibile non pensare ai periodici ultimatum di Bossi  all’alleato Berlusconi, il più recente nella giornata di domenica, a Pontida. Qualcuno, non ricordo chi l’ha fatto per primo, ha definito i proclami di Bossi e le ribellioni della Lega, invece che ultimatum, “penultimatum”.

Ho trovato notevole questo tutt’altro che facile esercizio letterario, esso schiude un mondo, di latrati che finiscono in guaiti, di blandizie folkloristiche che appagano e riducono al silenzio le proteste della base che vede disattese, dopo tre anni di legislatura, molte speranze (su federalismo, immigrazione, sicurezza) e che certamente patisce anche  dell’abbandono di quella “questione morale” che nella Lega dei primi anni era considerata valore primario.

Ultimatum annunciati che si  riducono ad essere dei platonici “penultimatum” quindi.

Il quadro, fra problemi di politica interna e internazionale, crisi economica, battute, irrisioni, ostilità conclamate o dissimulate, bugie elettorali e propaganda, fra elettori delusi e cittadini “fregati”, è abbastanza preoccupante.

Preoccupante ma non sorprendente.

Ho sempre pensato, e ne ho costante conferma, che molto di ciò che vediamo in politica si replichi nel microcosmo della nostra piccola vita personale.

Perché tutti conosciamo, o siamo noi stessi, persone in vendita, disposte a cambiare casacca, a ripudiare qualcosa o qualcuno, per un miserabile piatto di lenticchie; persone che si curano di apparire  probe e giuste, piuttosto che esserlo veramente; persone che svillaneggiamo il prossimo gratuitamente, vigliaccamente, ignorando una mano tesa, rispondendo con  scherno a un’ offerta di aiuto o a una richiesta di aiuto. Perché, così come ci sono  i politici che ambiscono a passare alla storia e altri che si accontentano di passare alla cassa, allo stesso modo ci sono donne che vogliono essere considerate tali, altre che si accontentano di essere pezzi carne femminile, definite magari con un bell’accrescitivo da scaricatore di porto. Perchè come ci sono politici che mentono per indole e abitudine, così  altri bugiardi, tendenziali e abitudinari, affollano le nostre vite.  

Perché,  in fondo, tutti lanciamo dei platonici “penultimatum” a chi si macchia di inutili crudeltà, manca alla parola data, disattende le promesse. E, infine,  rinunciamo a mettere a segno dei veri “affondo”,  rifugiandoci nella certezza del “redde rationem” che naturalmente arriva, per tutti.

Per i politici sono le elezioni, per la gente comune, semplicemente il conto, che la vita prima o poi presenta.

Nonostante tutto, buona settimana.

Buona lettura del n. 280.

 

A.D.Z.

 

Nell’immagine di copertina, l’Opale nobile. Un minerale non cristallino, a struttura amorfa, semplice silice idrata: SiO2·nH2O…Ma le  piccolissime particelle d’acqua, imprigionate al suo interno da migliaia di anni  catturano e scompongono la luce, restituendola con l’effetto dell’iridescenza.

Un altro miracolo della Natura e l’incanto che si rinnova ad ogni sguardo.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione