“Premio Ghirlandina Arte”

Condividi su i tuoi canali:

Si è conclusa con successo la  Mostra  Collettiva  di   ARTISTI Di ARTE VISIVA E  ARTISTI IN PERFORMANCE,  promossa da “AMACI- Associazione dei Musei d’Arte contemporanea italiani”  presso il “Caffe’ Concerto”  di Piazza Grande


 


 

 

Valerio Massimo Manfredi ha consegnato i premi ai tre artisti vincitori della prima edizione del “Premio Ghirlandina Arte”       Si è conclusa, con successo la  MOSTRA  COLLETTIVA  di   ARTISTI di ARTE VISIVA e  ARTISTI IN PERFORMANCE,  promossa da “AMACI- Associazione dei Musei d’Arte contemporanea italiani”  presso il “CAFFE’ CONCERTO”  di Piazza Grande .

Domenica 18 ottobre 2015, alle ore 18,00, presso il “Caffè Concerto” di Piazza Grande a Modena, si  è conclusa con successo (oltre 10.000 visitatori in una settimana)  la mostra “Movimento Suoni Idee” organizzata dall’ Associazione BBassa Emilia-Romagna”   in occasione della undicesima Giornata del Contemporaneo”  promossa da “AMACI- Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani”  E’ stata   una importante  Mostra collettiva con  22 artisti di arte visiva e 4 artisti in performance. Curatrici della mostra sono   state la presidente dell’ “Associazione BBassa Emilia-Romagna” ed anche pittrice-scrittrice Laura Rebuzzi e la scrittrice-pittrice e ricercatrice di storia locale Laura Zilocchi. 

La mostra si è  avvalsa  del patrocinio della Regione Emilia Romagna (Assessorato Turismo/Cultura),  dei  Comuni di Modena, Reggio Emilia, Nonantola, Brescello, Castelfranco Emilia, Bastiglia con la collaborazione di “Caffè Concerto” e “ART of Music- web radio entertainment” .     

Gli artisti presenti in mostra (in ordine alfabetico per nome) sono stati  Alessandro Pica (Modena); Alice Albertazzi (Bologna); Cristina  Roncati (Modena); Daniele Colaiacomo (Roma);  Enzo Ruju ( Napoli); Erika Bonato (Reggio Emilia); Fabrizio Cattabriga (Modena) ; Francesco Bondioli ( Modena); Gisele  Dalla Longa (Francia); Giulia Cantelli (Modena); Laura Rebuzzi ( Modena); Laura Zilocchi (Reggio Emilia) ; Martino Fagiuoli (Modena); Massimo Nalin (Bolzano); Maurilio Iembo ( Reggio Emilia); Max Padovani (Reggio Emilia); Mimma Mazzullo (Modena); Roberta Coral (Treviso); Stefano Girotti Zirotti ( Modena); Tara Lou Dodekapolis (Parigi); Vanessa Mazzali (Modena); Zeno Travegan (Roma) . Inoltre i 4 (in effetti sono sei)  artisti in performance : “Arcadia meccanica”  gruppo di poesia- musica chillout lounge e voce recitante di Giuliana Grenzi , con Raffaele Pulejo – chitarra- e Tiziano Salgarelli – flauto e sax-) ; Amos Amaranti (compositore-chitarrista); Fabio Strinati ( pianista-compositore e scrittore-poeta) con voce recitante Giulia Amicucci (scrittrice-poetessa) .  Come tutte le manifestazioni artistico-culturali che si rispettano, anche la Mostra “Movimento Suoni Idee” ha avuto i suoi testimonial : per la pittura gli artisti Daniele Cohen e Stefano Girotti Zirotti;  per la scrittura  la poetessa Giulia Amicucci  e il compositore-musicista-poeta-scrittore Fabio Strinati; per la musica il compositore e chitarrista Amos Amaranti .

Domenica 18 ottobre 2015,  a partire dalle ore 18,00, presso il “Caffè Concerto” di Modena si svolta  la premiazione della prima edizione  di “Ghirlandina Arte” . A insindacabile giudizio dei componenti la giuria (Valerio Massimo Manfredi; Roberto Armenia e Michele Fuoco) sono stati assegnati e consegnati (dallo scrittore-archeologo Valerio Massimo Manfredi)  tre premi ai primi tre artisti (su 22 presenti) . I vincitori sono :                                                                                                                        

Alessandro Pica  di Modena (laureato all’università di Milano, dopo essere stato direttore del personale in una primaria azienda nazionale, si è dedicato alla pittura e alla scultura, sue grandi passioni. Tra l’altro è conosciuto ed apprezzato per le sue opere dedicate al tema “Cosmo Urbano” – con la denuncia della città che si espande sempre più fino ad invadere lo spazio riservato alla natura- e quelle dedicate al tema “Androidi Divini”, con opere che rappresentano androidi come forme antropomorfe con le teste degli antichi dei) per l’  opera Inserto” (tecnica mista e acquerello 83X63 cm) LA MOTIVAZIONE della giuria: “ Premio Ghirlandina Arte “per il rigore costruttivo dell’opera, che si fonda su elementi di razionalità geometrica unita , nella parte centrale, a brandelli di realtà, che si richiamano al “Cosmo Urbano”. Vive in quest’opera una dimensione anche metafisica”

Daniele Colaiacomo  di Roma ( nato nel 1966,  dopo studi superiori e di perfezionamento presso l’”Istituto Europeo di Design” di Roma , si afferma come illustratore per le più qualificate case editrici italiane – specializzazione noir, fantasy e libri per ragazzi-  e come illustratore e   delle principali agenzie pubblicitarie.  nazionali. Artista estremamente versatile nell’uso del colore e per la capacità di riprodurre tecniche e stili diversi unite alla rapidità di esecuzione, ne fanno un artista largamente apprezzato . Predilige il linguaggio della rappresentazione figurativa. Dal 2008 è anche docente di pittura) per l’opera “Occhi d’Amazzonia” (acrilico su tela 100X100 cm). LA MOTIVAZIONE della giuria” “Premio Ghirlandina Arte 2015”  per l’opera “Occhi d’Amazzonia” che “con elementi figurativi riesce a coniugare il mito, la fiaba e la natura. In un linguaggio che, fondato su un disegno di equilibrio costruttivo dell’immagine, non rinuncia alla emotività espressa da un cromatismo che sostiene un rapporto di sottili tonalità tra i diversi dettagli”

Vanessa Mazzali di Modena (giovanissima artista modenese –ha 29 anni- , da sempre attratta dalla pittura. E laureata in scienze infermieristiche ed opera presso l’Ospedale di Carpi, ma dal 2011 si è dedicata alla pittura –prima con dipinti figurativi, oggi astratti- Le sue opere sono state esposte già in diverse città d’Italia, ed all’estero (grande successo la sua mostra a Londra, presso la “Royal Opera Arcade Gallery”)  conseguendo sempre riconoscimenti  qualificati e qualificanti. L’ultimo riconoscimento, in ordine di tempo –prima della “Ghirlandina Arte”- . nel mese di maggio 2015 in oc
casione della sua mostra personale ”Lapsus Mentis”  presso la Galleria d’arte “Rinascenza Contemporanea” di Pescara, con servizi e critiche d’arte su mass media prestigiosi come “Corriere dell’arte” e mensile “Art & Art” ) per l’opera “ Fragments” (olio su tela 50X70 cm) . LA MOTIVAZIONE della giuria: “  L’opera “Fragments” realizzata ad olio su tela acquista carattere astratto con memorie di realtà che il dipinto sintetizza in un rapporto segno-colore”

 Nel corso della manifestazione conclusiva della mostra, attraverso un’intervista della  giornalistata Laura Corallo all’organizzatrice della Mostra “Movimento Suoni Idee” Laura Rebuzzi è stata  presenta la Associazione culturale “BBassa Emilia-Romagna” e il suo programma artistico-culturale per il 2015-2016.

 La manifestazione  è stata arricchita da una performance degli artisti Giulia Amicucci (18 anni, poetessa dallo stile originale tra il classicismo e la contemporaneità. Da tre anni, ogni anno, si aggiudica il Primo Premio al Concorso di poesia del “Liceo Francesco Selmi di Modena) e Fabio Strinati (poeta, pianista e compositore marchigiano, che ha al suo attivo grandi successi nei diversi concerti tenuti in Italia e all’estero  Tra l’altro, con Maria Rosaria Omaggio ha avuto un caloroso successo –soprattutto a Roma- con lo “Spettacolo Teatrale Poesia-Musica”)  

Un’altra performance ha avuto grande successo ha visto come protagonisti gli artisti componenti il trio “Arcadia Meccanica” : Tiziano Salgarelli (flauto traverso, poi sax e flauti etnici. Con diversi concerti all’attivo –anche di musica jazz-. E’ anche docente di musica e flauto traverso); Raffaele Pulejo debutta negli anni 70 con la chitarra in performance di rock progressive, poi si afferma come cantante e liricista e come autore di brani per varie band. Dopo un felice soggiorno in Finlandia, rientra in Italia e realizza musiche in direzione di un rock un po’ grunge un po’ decadente) e la voce recitante Giuliana Grenzi (nata a Ferrara, ha operato  -e vissuto- a Milano  per poi trasferirsi a Modena, dove ha dato vita al Trio “Arcadia Meccanica” . Sin da giovanissima, scrive poesie che danno respiro al suo “IO” inquieto. Partecipa a diversi concorsi nazionali , ricevendo riconoscimenti e segnalazioni –tra l’altro, ricordiamo , la raccolta di poesie “Cose proprie” e il libro di poesie e pittura “In equilibrio sull’Anima del papavero pensoso” in collaborazione con la pittrice Franca Guelmini . E’ conosciuta ed apprezzata soprattutto come voce recitante.

Un fuori programma all’insegna della musica, del bel canto e dello spettacolo è stato offerto dal bravissimo Amos Amaranti (compositore e chitarrista ) e dalla bella e bravissima cantante Francesca Mercury (conosciuta come “tacco alto del rock: nel 2013, ha dato vita alla band musicale “High Hees “ –che tradotto, significa “tacchi alti” – tutta al femminile, con cinque musiciste e la cantante solista Francesca Mercury. Da sempre cerca di aiutare i giovani talenti a inserirsi nel panorama musicale locale-Carpi- Lo fa egrergiamente anche attraverso  “Art of Music- web radio entertainment” ) E’ stato un fuoriprogramma all’insegna del ritmo, dello sprint e della buona musica d’autore.

In conclusione della manifestazione, Laura Rebuzzi  ha ringraziato sponsor ,  Matteo De Pietri –titolare del Caffè Concerto”-  , gli artisti che hanno partecipato alla mostra, i mass media che hanno contribuito a fare conoscere meglio e di più “Movimento Suoni Idee” e, soprattutto,  Elisa Roverati, vero motore e punto di riferimento dell’intera organizzazione.

Il successo della mostra è confermato dalle richieste da parte di altre città italiane e straniere. Quindi diventa itinerante: le prime tre tappe sono Napoli (Galleria Pan”), Ischia e Parigi. 


 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria