POSTICIPATA AL 7 NOVEMBRE L’ACCENSIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

Condividi su i tuoi canali:

In questi giorni, le temperature si stanno mantenendo al di sopra della media stagionale. Vista la crisi energetica e la conseguente necessità di ridurre il consumo di gas naturale, e considerato che le condizioni climatiche lo permettono, la sindaca di Vignola Emilia Muratori ha firmato un’ordinanza che posticipa, ulteriormente, la data di accensione degli impianti termici a lunedì 7 novembre.

Come deciso a livello nazionale, l’ordinanza non si applica agli ospedali, alle case di riposo, alle strutture per il recupero dei tossicodipendenti e di altri soggetti affidati ai servizi sociali. Sono esclusi, inoltre, i nidi, le scuole materne, le piscine e quelle attività industriali e artigianali che hanno particolari esigenze tecnologiche e di produzione.

A fronte del clima mite, il Comune di Vignola aveva già deciso di posticipare l’accensione degli impianti termici al 2 novembre, quindi oltre la nuova data che era stata stabilita dall’Esecutivo per la nostra zona climatica, ovvero il 22 ottobre. Ora, il nuovo slittamento di data al 7 novembre.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria