PONTE DELL’IMMACOLATA AL POLDI PEZZOLI

Condividi su i tuoi canali:

None
Museo Poldi Pezzoli
 
Ponte dell’Immacolata al
Museo Poldi Pezzoli
 Apertura straordinaria 6 e 8 dicembre  
 
In occasione del Ponte dell’Immacolata, il Museo Poldi Pezzoli è aperto al pubblico lunedì 6 e mercoledì 8 dicembre con gli orari 10-13 e 14-18.
 
Un’occasione unica per chi si trova in città per visitare il Museo e la mostra temporanea in corso Giorno per giorno nella pittura. Federico Zeri e Milano.
 
 
A sinistra, Sant’Ambrogio, Donato de’ Bardi, colezzione privata Milano.
 
La mostra temporanea in corso è dedicata a Federico Zeri, uno dei più grandi conoscitori e storici dell’arte del Novecento. Spirito libero e anticonformista, come amava definirsi, ma rigoroso, dotato di una memoria visiva prodigiosa. Ha lasciato nei suoi scritti un patrimonio di conoscenze, ricerche, attribuzioni, ancora oggi punti di riferimento per chi studia la storia dell’arte italiana, in particolare per alcuni ambiti come la pittura dal Duecento al Cinquecento.
 
L’esposizione, a cura di Andrea Bacchi, direttore della Fondazione Zeri di Bologna, e Andrea Di Lorenzo, direttore del Museo Ginori di Firenze, indaga e ricostruisce le complesse e variegate relazioni intessute negli anni dal grande conoscitore con le istituzioni, i musei e i collezionisti milanesi.
 
I dipinti esposti, tra cui figurano due opere giunte al Museo per legato testamentario dello studioso, rappresentano, in maniera significativa ed esemplare, la vastità degli interessi e delle competenze di Zeri come conoscitore e storico dell’arte, attraverso le diverse scuole dell’Italia centro-settentrionale e le varie epoche, dal XIV al XVIII secolo (tra gli artisti in mostra, Andrea Previtali, Giovanni Battista Moroni, Giulio Cesare Procaccini e Alessandro Magnasco). Nella mostra viene illustrato inoltre il notevole contributo e impulso dato dallo studioso alla creazione di importanti raccolte e al consolidamento di un gusto collezionistico improntato all’apprezzamento di opere d’arte di raffinata qualità e in ottimo stato di conservazione, eseguite dai tanti artisti che contribuiscono a comporre il variegato mosaico della storia dell’arte italiana.
Foto dell’allestimento a cura di Sistemamanifesto
 

 

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava