Ponte Alto, torna da venerdì 9 febbraio la Festa di primavera

Condividi su i tuoi canali:

None

Ponte Alto, torna da venerdì 9 febbraio la Festa di primavera

Venerdì 9 febbraio, alle ore 19.30, presentazione dei candidati alle elezioni politiche

 

 

Inaugura venerdì 9 febbraio l’edizione 2018 della Festa di primavera, organizzata, nell’area di Ponte Alto, dai Circoli Pd e dai Giovani democratici della città di Modena. Alle 19.30, si terrà la presentazione ufficiale dei candidati in vista delle elezioni politiche del 4 marzo prossimo. La Festa rimarrà allestita fino a domenica 11 marzo.

 

 

Torna nell’area di Ponte Alto, da venerdì 9 febbraio a domenica 11 marzo, la Festa di primavera organizzata dai Circoli Pd e dai Giovani democratici della città di Modena. La Festa sarà in funzione ogni fine settimana, dal venerdì sera alla domenica a mezzogiorno, con l’eccezione dell’8 marzo, Festa della donna, che cade di giovedì, in occasione della quale la Festa anticiperà l’apertura dell’ultima settimana. Confermato il mix di iniziative che hanno decretato il successo delle passate edizioni: buona politica, buon cibo e tanta musica.

 

Venerdì 9 febbraio, ore 19.30, inaugurazione della Festa e presentazione dei candidati. Quest’anno il taglio del nastro della Festa coinciderà con la presentazione dei candidati in vista delle elezioni politiche del 4 marzo prossimo. Sul palco di Ponte Alto saranno presenti:

Stefano Vaccari, candidato nel Collegio uninominale 8 Camera dei deputati

Beatrice Lorenzin, candidata nel Collegio uninominale 9 Camera dei deputati

Claudio de Vincenti, candidato nel Collegio uninominale 10 Camera dei deputati

Piero Fassino, candidato nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna2 Camera dei deputati 

Paola De Micheli, candidata nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna2 Camera deputati 

Andrea Rossi, candidato nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna2 Camera dei deputati  

Barbara Paron, candidata nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 Camera deputati  

Giuditta Pini, candidata nei Collegi plurinominali Emilia-Romagna 1 – 3 Camera deputati

Edoardo Patriarca, candidato nel Collegio 5 uninominale Senato

Vanna Iori, candidata nel Collegio 6 uninominale Senato

Valeria Fedeli, candidata nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 -Senato

Matteo Richetti, candidato nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 -Senato

Paola BoLdrini, candidata nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 -Senato

Marco Bergonzi, candidato nel Collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 -Senato

 

Sabato 10 febbraio, ore 19.30 – “”Giovani e lavoro, le sfide per la nostra generazione” – I Giovani democratici dialogano con Piero Fassino

 

Venerdì 16 febbraio, ore 20.30 – “Modena green” – I Giovani democratici ne parlano con il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e la Giunta del Comune di Modena

 

Sabato 10 marzo, Festa Gd/contest musicale + dj set

 

Altre iniziative sono in fase di definizione

 

 

Andrea Bortolamasi, segretario cittadino Pd – “La Festa de l’Unità permette di allargare i confini del Pd verso i giovani e i non iscritti. Anche se l’adesione a un partito va oltre e tira in ballo questioni a cui nessuno si illude di poter rispondere solo con modalità tradizionali, è altrettanto vero che per risolvere problemi complessi è necessario spesso saper (ri)partire dalle basi e la politica è fatta di persone che escono dall’isolamento e si mettono in relazione per raggiungere obiettivi comuni. Le Feste de l’Unità continuano ad essere un’ottima palestra per questo, per intavolare dialoghi tra generazioni e punti di vista diversi, vivere e sentirsi parte insieme della nostra comunità. Mai come quest’anno, nel pieno delle elezioni politiche la Festa assume un valore ancora più importante: a chi blatera di superamento della democrazia e spaccia la partecipazione dietro un’azienda e un blog, a chi si riempie la bocca di slogan pieni di odio, con i risultati, poi, che questi slogan trovano macabra applicazione: basti veder i fatti di Macerata. Bene, a tutto questo noi rispondiamo aprendo la nostra campagna elettorale in una Festa: perché prima di un partito siamo una comunità, fatta di uomini e donne con a cuore il futuro dei nostri territorio e del nostro Paese”.

 

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Razzismo, vittimismo, protagonismo

Così come nulla impedisce al sole di sorgere, nulla impedisce che a febbraio  si  rinnovi l’appuntamento  con il  Festival di Sanremo. Soltanto un extraterrestre potrebbe

Acutil

Ricordo che mia madre mi faceva assumere questo medicinale, citato nel titolo, durante il periodo scolastico (ai miei tempi non si chiamava integratore) per favorire