Politica e TV

Condividi su i tuoi canali:

Per tutta la settimana appena trascorsa e sicuramente anche per questa appena iniziata, i principali leader politici sono saltati da un salotto televisivo all'altro, spesso facendo pure la staffetta.

 


Cari lettori, questa settimana mi sono posto un interrogativo che credo attanagli tutti voi, ovvero: come fanno i politici a partecipare alla campagna elettorale muovendosi di città in città, di assemblea in assemblea se sono sempre in televisione?

Non credo sia solo impressione mia ma per tutta la settimana appena trascorsa, e temo anche questa appena iniziata, i principali leader politici, da Di Maio a Berlusconi, da Salvini a Renzi, sono saltati da un salotto televisivo all’altro, spesso facendo pure la staffetta.

Seguire la programmazione televisiva delle varie emittenti era un po’ come vedere una gara di sci di fondo delle Olimpiadi, con la differenza che l’obiettivo risulta essere completamente diverso.

Non so voi ma la nausea si fa sentire eccome.

Il mio timore, visto che potrebbe accadere che non sia possibile formare un governo, è che avendo già abusato di tutte le trasmissioni televisive, i nostri amati già citati inizino a “”ricicciare””  fuori anche in film e serie TV.

Pensate solo se per caso mentre guardate Via col vento Laura Boldrini e Giorgia Meloni inizino a discutere del permesso di soggiorno di Mami…oppure Durante una puntata di Dottor House Mario Adinolfi e Marco Cappato litighino sulla legge per il testamento biologico…

No no aiuto, qualcuno ci salvi!

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria