Poesia Festival 2011

Condividi su i tuoi canali:

Una manifestazione culturale e turistica, un appuntamento di portata nazionale, rallentato e in qualche modo penalizzato da pastoie politiche.
art. di Alex Scardina

La marcia verso il Poesia Festival 2011 è cominciata; la kermesse poetica, evento più importante dell’Unione Terre di Castelli e giunto quest’anno alla sua settima edizione, si terrà dal 22 al 25 settembre 2011.

 

In attesa del cartellone definitivo tutte le attività connesse al festival, da settimane, lavorano a pieno regime. Sono infatti partiti i laboratori poetici nelle scuole primarie di secondo grado di Castelvetro, Castelnuovo, Savignano, Spilamberto, Vignola, Zocca e Maranello. In oltre è stato pubblicato il Concorso di Poesia per giovani dai 15 ai 29 anni, denominato “Under 29”, nei Comuni dell’Unione, Maranello e Castelfranco Emilia. La sezione, novità di quest’anno, è stata divisa da quella dedicata agli autori dai 15 ai 19 anni. Ai primi, secondi e terzi di entrambe le categorie verranno conferiti premi pari a 500, 300 e 150 euro. L’iscrizione al festival è rimasta gratuita.

 

Eppure si sente un rumore, uno strano cigolio, proveniente dal motore. Eh sì, il carrozzone pare proprio avere problemi. Magari i 20 mila visitatori della passata edizione hanno usurato le sue componenti? No, l’organizzazione procede. Non è che magari il problema sia il conducente? Sì, forse abbiamo fatto centro.

 

Proprio in questi giorni si è registrata la prese di posizione, e di distanza, tra Germano Caroli, sindaco di Savignano sul Panaro, e Luca Gozzoli, responsabile di zona del Pd. Le accuse rivolta al primo cittadino savignanese sono di aver boicottato la sezione “Under 29” e di aver ridotto i contributi per il festival.

 

Si tratta – ha dichiarato Gozzoli – di una scelta immotivata e poco lungimirante. Grazie al Poesia Festival abbiamo riscoperto gli spazi pubblici e valorizzato gli itinerari culturali, gastronomici e ambientali del territorio, trasformando le nostre città in punti di richiamo. Intendiamo dissociarci da una scelta che riteniamo sbagliata, in contrasto con gli interessi del territorio. L’Unione Terre di Castelli promuove da anni il Poesia Festival, un appuntamento di portata nazionale che alla fine di settembre coinvolge i comuni di Castelnuovo, Castelvetro, Guiglia, Marano, Savignano, Spilamberto, Vignola e Zocca portando in piazza scrittori, poeti e artisti di grande valore. La scelta della Giunta, oltre a costringere i cittadini di Savignano a un esilio forzato dalla manifestazione, rallenterebbe i processi di valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze”

 

“Gozzoli – risponde Caroli – dice cose senza essere informato. Ben prima della sua uscita pubblica, mi sono confrontato con la mia Giunta e abbiamo confermato al sindaco di Castelvetro la partecipazione di Savignano al Poesia Festival, sebbene con un budget di 5.000 euro, ovvero il 50% rispetto al passato. Confermo anche che parteciperò alle manifestazioni di questo festival”

 

L’impressione è che più che una discussione sul merito, sulla sostanza, sulla polpa del Poesia Festival, per altro la replica di Caroli appare davvero poco convinta, si tratti invece di una resa dei conti, su di un terreno che dovrebbe rimanerne estraneo, tutta interna ai vertici sia del Pd, sia dell’Unione.

 

Forse il problema del festival è di essere troppo legato alla politica. Sarebbe opportuno sverminare la creatura ora, proprio perché ancora giovane, prima che da festival della poesia si trasformi nell’ennesimo teatrino politico.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista