“Poesia e Musica sotto il Vesuvio”

Condividi su i tuoi canali:

Si è tenuta nella serata di Venerdì 10 Maggio, presso la suggestiva location dell’Hangar Rosso Tiepido di Modena, la seconda serata della rassegna Vox Mutinae “Poesia e Musica sotto il Vesuvio”, promossa e organizzata dall’Associazione Artistico Culturale ACTEA.

La rassegna, giunta alla settima edizione, rappresenta l’incontro delle varie arti, e si svolge in collaborazione con la Corale Rossini e con il patrocinio del Comune di Modena, in rappresentanza del quale era presente alla serata l’assessore Carmen Sagliano.

Ed è proprio questa unione di poesia, musica e racconti che ha caratterizzato questo evento, che ha visto l’affluenza di un pubblico numeroso e che ha ottenuto un grande successo. “Poesia e musica sotto il Vesuvio” ha combinato l’idea di leggere autentici capolavori della poesia napoletana di autori quali Eduardo De Filippo, Totò, e altri, accompagnati da un importante sottofondo musicale e alternata all’esecuzione di celeberrime melodie napoletane diventate famose in tutto il mondo, quali “Core ‘ngrato”, “Torna a Surriento”, “I’te vurria vasà”, “O’ sole mio”, e tante altre.

Il poeta napoletano Gennaro Giordano è stata una magnifica voce narrante, che ha suscitato nel pubblico emozione, commozione, e momenti di ilarità. Le esecuzioni musicali sono state affidate ai mandolinisti Fabio Biaggi e Bartolomeo Daniele Liguori, musicisti che sono attualmente impegnati in diverse formazioni, e al pianista Alessandro Di Marco, giovanissimo ma da tempo attivo in svariate situazioni musicali e con un’esperienza concertistica di alto livello.

Il concerto ha visto la partecipazione anche di uno “special guest”, il musicista Omar Siviero, che ha accompagnato in un’esecuzione musicale i musicisti con il “Theremin”, ovvero uno strumento elettronico molto particolare, che non prevede il contatto fisico con l’esecutore.

Le melodie sono state interpretate dal tenore Gianni Coletta, che ha al suo attivo numerose esibizioni – sia in Italia che all’estero – e incisioni discografiche, e che attualmente si dedica all’insegnamento dell’opera lirica ai giovani e partecipa in qualità di giudice nelle commissioni di Concorsi di canto lirico di prestigio internazionale. Dal 2017 è direttore artistico dell’Associazione Artistico Culturale ACTEA e del Concorso Internazionale di Canto Lirico Vox Mutinae “Nicolaj Ghiaurov”, che si tiene annualmente dal 2018 a Modena.

Il prossimo appuntamento della Rassegna Vox Mutinae si terrà il 1° Giugno, sempre all’ Hangar Rosso Tiepido, e vedrà l’esibizione dei cantanti vincitori del concorso Ghiaurov.

Servizio fotografico e video di Corrado Corradi

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria