Pippo Baudo racconta se stesso e l’Italia che cambia: domani al BPER Forum Monzani di Modena

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Retroscena di cinquant’anni dell’Italia e dei suoi protagonisti nell’autobiografia di Pippo Baudo, dove il conduttore racconta per la prima volta il suo percorso professionale mozzafiato. Attraverso i ricordi di una carriera che ha incrociato tutte le maggiori personalità della politica, dello spettacolo, del cinema, della musica, si disegna il ritratto non solo di un uomo, ma di un’Italia in profondo mutamento. L’appuntamento con lui è per domani al BPER Forum Monzani di Modena

 

 

Il mese di marzo comincia con l’ultimo re della Tv italiana: domani, sabato 2 marzo, alle 17 Pippo Baudo presenta “”Ecco a voi. Una storia italiana”” (Solferino) scritto con la collaborazione di Paolo Conti. Qui il Superpippo nazionale racconta di quando Andreotti lo faceva andare in studio alle 6.30 di mattina “”per organizzare l?intervista in diretta”” e dopo un’ora di chiacchiere lo congedava con un disinvolto: “”Improvviseremo””. Quando Berlusconi come penale per l’interruzione di un contratto gli chiese un intero palazzo, e non gli lasciò neanche il bar! Quando la sua casa in riva al mare esplose per un attentato mafioso. Quando incontrò per la prima volta il proprio figlio nella gelida stanza di un tribunale, con il cognome di un altro. E quando Fellini? E quando Sanremo? Attraverso i ricordi di una vita che ha incrociato tutte le maggiori personalità della politica, dello spettacolo, del cinema, della musica, Pippo Baudo racconta non solo se stesso ma anche un’Italia in profondo mutamento. Una vera rivoluzione del costume nazionale di cui lui è stato, oltre che testimone privilegiato, anche autore e regista.

Infoline: BPER Forum Guido Monzani, tel. 059 2021093

Ufficio stampa MediaMente                    
Silvia Gibellini
339.8850143                
stampa@mediamentecomunicazione.it

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...