Piacere è una sfida. Io e me stessa….

Condividi su i tuoi canali:

None

Giovedì 1 marzo 2007, a partire dalle ore 20,30, presso il ristorante-galleria “Ritrovo degli Artisti” di Sestola, LORY DEL SANTO (conosciuta come attrice e show girl, vincitrice della terza edizione de “L’Isola dei Famosi”) esordisce come scrittrice. Introdotta  e intervistata da Roberto Armenia, presenta il suo libro “Piacere è una sfida. Io e me stessa: autobiografia dei miei pensieri”, appena pubblicato da “Sperling & Kupfer Editori”.

 

LORY DEL SANTO (Loredana Del Santo) è nata a Povegliano, in provincia di Verona, nel 1958. Giovanissima ( a 17 anni) ha debuttato come valletta al “Festivalbar”, nel 1975. Ma è stata scoperta e lanciata, nel 1981, da Renzo Arbore e Luciano De Crescenzo, nel programma televisivo “Tra ritagli e frattaglie”, nel quale impersona la sexy-archivista, muta e svampita che porta in studio documenti provenienti dalle teche RAI. La sua fama si consolida con i programmi “Drive In” (è la ragazza fast-food), “Sponsor City”, “Bum bum all’italiana”, con la serie “Don Tonino” via via fino a “Stupido Hotel” (del 2002) e, ultimi in ordine di tempo, “Markette” di Piero Chiambretti e “L’Isola dei Famosi” , il reality condotto da Simona Ventura, dove, “ a furor di popolo” si è aggiudicata la vittoria, superando concorrenti come Romina Carrisi, Maria Giovanna Elmi, Maurizio Ferrini, successo che L’ha rilanciata nel mondo dello spettacolo, della televisione, facendo scrivere ai vari critici che è “(ri)nata una stella”.

Lory Del Santo, fotografa per vocazione-passione, è stata ed è anche attrice cinematografica, protagonista di “film che hanno segnato la storia del cinema italiano degli anni ottanta” (giudizio ricavato dall’enciclopedia dello spettacolo “Wikipedia”).

Tra i suoi film, ricordiamo “Pensione Amore. Servizio completo” (1979); “Dove vai se il vizietto non ce l’hai ?” (1979); “Desideria: la vita interiore” (1980); “La Gorilla” (1982); “Viva la foca” (1982); “Vita smeralda” di Jerry Calà (2005)

Diversi critici sostengono che “nonostante le apparenze, dietro al personaggio della semplice soubrette e attrice, si nasconde in realtà una forte intelligenza, che si accompagna armoniosamente ad una bellezza fuori dal comune”.

Ma dietro le apparenze, si nasconde, c’è una donna estremamente sensibile (sottolinea che la sua è anche una sensibilità epidermica che “mi fa sentire il calore di un corpo a distanza.. Desiderare che qualcuno ti tocchi è fondamentale”), conosciuta per la cronaca rosa (ha fatto scalpore la sua love story con la rock star Eric Clapton, che le ha dedicato una canzone, “The Lady from Verona”, con il miliardario Kashoggi, con il tennista olandese Richard Krajicek, con “l’erudito chef e storico della cucina” GianFranco Vissani, con Valerio Merola, Amedeo Goria via via fino al campione di scherma Aldo Montano).

Ma è anche una donna che ha molto sofferto (per le delusioni amorose, per le invidie e, soprattutto, per la tragica morte del figlio Condor, avuto da Eric Clapton, precipitato da un grattacielo di New York. Il libro è dedicato a “chi non ho più materialmente.. ma che nel mio cuore vive spiritualmente..”).

Tutta Lory Del Santo,  con i suoi amori ma anche con i suoi drammi umani, è presente nel Suo libro di esordio “Piacere è una sfida. Io e me stessa: autobiografia dei miei pensieri” appena pubblicato da “Sperling & Kupfer Editori” , nella collana “I Fuoriclasse”, nel reparto “Sport e Spettacolo”.

La stessa autrice precisa :” Questo è un libro che ho cominciato molte volte: centinaia di titoli mi sono passati per la mente e improvvisamente sono tutti scomparsi. Ho trovato mille inizi veramente originali, ma si sono dispersi nel vuoto della mia impossibile memoria.. Oggi, ho deciso: comincio a scrivere”.E’ un libro ricco di microscopiche verità e perle di saggezza (quelle stesse che caratterizzano Lory Del Santo nelle sue ultime e numerose presenze come ospite in programmi televisivi), dove l’attrice, la show girl, la bellissima donna (per la sua “straordinaria bellezza”, il settimanale “Panorama”, nel 1981, Le ha dedicato una copertina in cui appare nuda, in una posa stile Marilyn Monroe), ma soprattutto la donna “bilanciata e moderata –sono parole della Del Santo- , piena di energia, che ama lo sport e la natura” si racconta, esaltando i momenti lieti, sereni della sua vita (soprattutto quelli che la vedono mamma di due bambini adorati. Come adorava quello tragicamente perduto, a New York), donna innamorata e felice di potersi donare agli altri, ricostruendo i  momenti conflittuali con la madre (che vuole amare a distanza, in quanto è “peggio di un marito dittatore”) e con molti degli uomini che ha incontrato, cui si è spontaneamente, generosamente donata e che, spesso, l’hanno delusa con le loro ipocrisie, con i loro tradimenti, con la loro vigliaccheria . Questo libro autobiografico “per trovare e conoscere se stessa” si apre con la dedica del testo della canzone di Eric Clapton, “Lady from Verona” e si conclude con la domanda su quale sarà la prossima sfida dell’inesauribile, instancabile , sempre frizzante (si legge: “io sono buona, pacifica.. l’energia che scaturisce da me talvolta è solare, idrogeno puro.. la passione mi esalta, mi infervora”) Lory Del Santo, si propone –sono parole dell’autrice- di “allontanare lo stereotipo di donna svampita” per farla “conoscere come donna intelligente e ironica”, ricca di valori e di sentimenti veri, profondi.

 

Giovedì 1 marzo 2007, a “Il ritrovo degli Artisti” di Sestola (è consigliabile prenotare allo 0536-61826, in quanto i posti sono limitati) , Lory Del Santo è a disposizione  anche per raccontare la Sua esperienza positiva a “L’Isola dei Famosi”, le Sue aspettative, i Suoi desiderata di donna caratterizzata da un look inconfondibile e da tanto humour E’ a disposizione  per rispondere alle domande dei presenti e per dedicare copie del Suo libro “”Piacere è una sfida”

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria