PERCHE’ GLI OLANDESI SONO COSI’ … “CAROGNE”?

Condividi su i tuoi canali:

Forse per un po’ di sana invidia… perché a noi per divertirci basta poco: spaghetti, mandolino,
un buon bicchiere di vino e tanto sole oltre a una buona dose d’incoscienza. Loro, invece,
vivono in un paese freddo e umido in cui i reumatismi la fanno da padrone.

In un editoriale di circa un anno fa avevo espresso delle perplessità sugli olandesi.Niente di personale, però, i loro atteggiamenti nei nostri confronti erano piuttosto supponenti. Ho attribuito la colpa al fatto che ci fosse un po’ di sana invidia perché a noi per divertirci basta poco: spaghetti, mandolino, un buon bicchiere di vino e tanto sole oltre a una buona dose d’incoscienza. Loro, invece, vivono in un paese freddo e umido in cui i reumatismi la fanno da padrone. Per vedere il sole sono costretti ad andare nei parchi e, se anche piove, farsi delle canne libere per vedere un mondo migliore. Non parliamo poi degli spaghetti, che se vogliono mangiare un buon piatto, sono, loro malgrado, costretti a frequentare un ristorante o una trattoria italiana che, caso mai, si chiama O’ sole mio. Gli olandesi non sono un popolo buono e generoso. Lo impararono a loro spese inglesi e americani quando, nel 1944, s’inventarono l’operazione Market Garden in cui la resistenza olandese si guardò bene dall’aiutare le truppe alleate. Possiamo, inoltre, ricordare che la resistenza olandese si distinse nel reprimere chi aveva scelto la parte sbagliata. Visti i presupposti, non mi sorprende per niente che facciano il possibile solamente per vendere il loro triste formaggio, in confronto al nostro spettacolare parmigiano reggiano. Anzi, se fosse possibile, gli piacerebbe vederci fallire come la Grecia! Purtroppo, però, gli olandesi non sono gli unici cui noi stiamo cordialmente sulla punta dell’esofago. Francia, Germania e Finlandia (chi più ne ha più ne metta) vorrebbero mettere le mani sugli ultimi nostri “beni di famiglia”. Prendete ad esempio la Germania che non ha il nostro debito pubblico e si può permettere di regalare duecento miliardi alle aziende tedesche al fine di farci concorrenza. L’America, invece, ci fa pagare di più il tanto sospirato gas. E noi cosa facciamo? Spediamo un professorucolo, che di politica non capisce nulla, a lamentarsi perché probabilmente la destra avrebbe vinto le elezioni. Cosa, che poi è puntualmente avvenuta. E, quindi, siamo ai loro occhi ancora di più da castigare. Se questa è l’Europa solidale, Dio ce ne scampi! Comunque, augurando tutto il bene possibile alla Giorgia nazionale, credo che incontrerà enormi difficoltà sia da parte della fronte interna sia da quello esterno. Personalmente, credo che la Meloni abbia fatto bene a non festeggiare la vittoria. In effetti, cosa c’era da festeggiare? A parte la situazione economica a dir poco tragica, le amministrazioni comunali sono ancora in mano ai compagni e trovare dei posti di lavoro per chi non la pensa come loro, sarà molto dura. Non si tratta di far passare “la nuttata”, questa sarà una lunga e buia eclissi di resistenza da parte dei trina ricciuti.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli Giovedì 8 DicembreCastelvetro di Modena Con il Mercatino Natalizio dell’enogastronomia e dell’artigianato si apre la

DA DOMANI SASSUOLO ACCENDE IL NATALE

Come da tradizione domani, 8 Dicembre Festa dell’Immacolata Concezione, a Sassuolo inizia ufficialmente il periodo di avvicinamento al Natale con l’accensione delle luminarie in tutto

“Misteri e Magie in galleria”

Domenica 11 dicembre ultimo appuntamento con la rassegna di animazioni per bambini Nuova tappa della rassegna dedicata ai bambini che si svolge al Castello di