PEOPLE ON STREETS – Le origini del mito

Condividi su i tuoi canali:

None

Quest’anno ricorre il venticinquennale della  morte di un artista immenso, Freddie Mercury, che quest’anno avrebbe spento 70 candeline, se un male tremendo non l’ avesse portato via.   Tanto bastava, per dedicargli uno spettacolo. Ma purtroppo quest’anno colui che, da qualche parte lassù,  sembra stia organizzando il più grande live di tutti i tempi, ha chiamato a sè  anche  David Bowie, artista immenso e legato artisticamente e biograficamente a Freddie Mercury.  L’ Associazione  Musicale “” Avanzi di Balera””  ha quindi deciso di ricordarli  entrambi,  con la collaborazione del Comune di Catelnuovo Rangone, attraverso gli artisti che ascoltavano e che li hanno  ispirati quando entrambi hanno scelto di percorrere la strada della musica e dell’arte. Un evento senza precedenti  che nasce sulla scia del  clamoroso successo del “”Give Peace a Chance?””  portato in scena a Castelnuovo   l’ 8 Dicembre scorso, in occasione del 35mo anniversario della morte di Lennon e del trentennale del primo parco in Italia a lui intitolato,  in  cui il pubblico sarà condotto in un viaggio in quella musica che ha ispirato queste due grandi icone del rock, dando origine ai loro percorsi artistici.  Un viaggio che si snoderà attraverso i brani eseguiti dai musicisti dell’Associazione, per rivivere l’ambiente in cui si sono formati i due artisti, e far rivivere anche la loro musica, attraverso i loro successi più conosciuti.

PEOPLE ON STREETS – Le origini del mito

 

Da un’idea di Marco Baccarini e Francesca Mercury

Soggetto e Testi di Marco Baccarini e Francesca Mercury

Presenta: Francesca Mercury

Con:  44 BLUES, ACQUABRILLANTE, PELLEOSSA e la Big Band AVANZI TUTTA .

 

 

Domenica 22 Maggio – Ore 21.00 – Piazza di Castelnuovo Rangone (MO)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria