Pellacani e Pighi: due galantuomini

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Le vicende che hanno coinvolto in questi ultimi giorni il Sindaco e il Rettore non in relazione al loro ruolo istituzionale, bensì per vicende private e professionali, si prestano ad alcune considerazioni e riflessioni.

Nessuno è al di sopra della legge, anzi il ruolo che rivestono li obbliga a una maggiore trasparenza, e pertanto entrambi fanno bene ad affidarsi con serenità all’accertamento, nelle opportune sedi, di eventuali illegittimità.

Tutto ciò premesso, per quel che mi riguarda, Pellacani e Pighi sono due galantuomini, stimati docenti universitari e professionisti nei loro settori, che stanno mettendo a disposizione della nostra comunità autorevolezza, competenze e relazioni.

Certo Pellacani è un non allineato al potere dominante, fiero rappresentante dell’autonomia universitaria, ambiente, infatti, che elegge rettori di sinistra in tutta Italia ma non nella “rossa” Modena.

E così a un anno dalle elezioni del nuovo rettore la sinistra si è organizzata: assessori, docenti universitari, studenti, tutti, proprio tutti, contro Pellacani.

Ma la nostra Università è prima nella classifica del “Sole”, aumentano gli studenti tutti gli anni, collabora con l’Accademia e le Carceri, le eccellenze, non solo al Policlinico, sono all’ordine del giorno: e allora che fare? Attaccarlo personalmente, alla comunista.

Poi una mattina si scopre che tutto ciò si può ritorcere contro al Sindaco, attaccato, sempre alla comunista, anche se scrive “Il Giornale”, sul piano personale: chi a Modena non conosce l’autorevolezza scientifica, accademica e professionale dell’avvocato e docente Giorgio Pighi? Un uomo che ha sacrificato parte della carriera, professionale e universitaria, per un servizio alla Città, prima da consigliere oggi da sindaco.

Credo che tanti avversari politici, come me, non abbiano difficoltà a riconoscerlo.

Non esistono più, anzi non sono mai esistite per quanto mi riguarda, presunte supremazie morali; pertanto, cara sinistra, chi di spada ferisce…

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Al Dio sconosciuto

In questi  giorni, per la  prima volta credo  nella vita di tutti,  sentiamo veramente  il problema della siccità… Per quanto sia endemico, sembrava solo un

Gli italiani non votano…

Ci sono frasi che rimangono nella memoria delle persone e nella storia di un popolo. Una di queste, pare sia state detta da Vittorio Emanuele

Il salario minimo?  Davvero?

Il salario minimo verrà applicato anche agli schiavi che lavorano per tre euro l’ora, al sud e al nord, o per loro nulla cambia in

‘I dolori del giovane Giggino”

Normalmente un movimento qualunquista dura tre o quattro anni. Il M5S , che è il prototipo del qualunquismo populistico per eccellenza, è durato oltre 12