PdL :un partito che discute, elabora e fa sintesi

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Finalmente a Roma, come già a Modena, esiste un partito che discute, elabora e fa sintesi

Aprendo i giornali questa mattina, abbiamo letto di spaccature nel Pdl modenese e con esse, le relative liste di chi “sta con Berlusconi e chi non ci sta”. Una semplificazione eccessiva che suscita in noi il desiderio di chiarire alcuni aspetti della situazione che si è creata con la crisi di governo poi scongiurata.
Innanzitutto sgomberiamo il campo da dubbi: siamo tutti con Berlusconi; per tutti noi la riconoscenza ha un valore. Nonostante ciò, lealmente, abbiamo già da diversi mesi a Modena aperto una discussione seria e franca sul partito che verrà.
La nostra posizione, e veniamo al secondo aspetto da chiarire, è che l’esperienza del Pdl non debba andare persa: un partito che si ispira all’esperienza del Popolarismo Europeo nel quale la presenza di Silvio Berlusconi è sempre stata (ed è Aggiungi un appuntamento per oggi) il punto più alto di sintesi tra persone che venivano da culture diverse ma che avevano il comune obbiettivo – culturale e valoriale – di dare all’Italia una prospettiva liberale alternativa alla sinistra.
Il futuro del Pdl prescinde dal nome scelto, e deve invece guardare a quell’orizzonte appena descritto, se vuole candidarsi nuovamente alla guida del paese, sperando di vincere sulla proposta della sinistra. Le vicende degli ultimi giorni insegnano che è necessario il confronto preventivo, la discussione, per trovare infine la sintesi fra posizioni diverse, ma non opposte nei contenuti. Sono passaggi non solo formali ma, soprattutto, sostanziali: a Modena questo già succede e in questo senso, francamente, non esistono spaccature.
Certamente la fase che si apre davanti a noi è fondamentale. L’obiettivo dovrà essere il rafforzamento di quei valori che riteniamo imprescindibili per la partecipazione politica e che, negli ultimi tempi, il partito sembrava aver smarrito: la politica come bene comune, la riforma dello Stato e soprattutto della pubblica amministrazione, una concezione della società che parta dalla famiglia così come tutelata dalla nostra Costituzione, i valori del cattolicesimo in senso laico e non confessionale. Questo solo per citarne alcuni.
Siamo convinti che il Pdl, dopo gli accadimenti di questi giorni, sia ancora più di prima la casa dei moderati italiani; spetta a tutti noi ora raccogliere la sfida  di un partito democratico, partecipato, e soprattutto inclusivo e non esclusivo.

Luca Ghelfi

Giovanni Gidari

Alessandro Lei

Paolo Maleti

Bruno Rinaldi

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli Giovedì 8 DicembreCastelvetro di Modena Con il Mercatino Natalizio dell’enogastronomia e dell’artigianato si apre la

DA DOMANI SASSUOLO ACCENDE IL NATALE

Come da tradizione domani, 8 Dicembre Festa dell’Immacolata Concezione, a Sassuolo inizia ufficialmente il periodo di avvicinamento al Natale con l’accensione delle luminarie in tutto

“Misteri e Magie in galleria”

Domenica 11 dicembre ultimo appuntamento con la rassegna di animazioni per bambini Nuova tappa della rassegna dedicata ai bambini che si svolge al Castello di