Pd Mirandola “Carpi e Mirandola, due ospedali di primo livello”

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

Nota del Pd di Mirandola sul futuro della sanità dell’Area Nord e sull’ospedale S.M. Bianca

 

 

“L’ospedale di Mirandola e i servizi sanitari del Distretto saranno centrali nell’azione politica del Pd di Mirandola e di tutta l’Area Nord e non lasceremo nulla di intentato perché siano riconosciuti formalmente due ospedali di primo livello, Mirandola e Carpi, con pari dignità e con le risorse e il personale per realizzare quanto già condiviso con l’ASL”: il Pd di Mirandola ribadisce la centralità del Santa Maria Bianca per l’Area nord. Ecco la nota del Pd di Mirandola:

 

“Crediamo che l’assessore Donini sulla presunta obsolescenza dell’ospedale di Mirandola si sia espresso male. A questo punto è bene, però, che la Regione e il direttore dell’ASL chiariscano la situazione sul futuro del Santa Maria Bianca. Mirandola non è e non sarà un ramo dell’ospedale di Carpi, né vecchio né nuovo. L’Hub, anche per l’Area Nord è Modena, non Carpi. Costruire a Carpi un nuovo ospedale è giusto, ma questo non deve squilibrare la rete provinciale. L’ospedale di Mirandola deve essere potenziato, con i reparti, i primari e la terapia intensiva e sub-intensiva. Ed è ora che l’Azienda proceda con passi concreti. L’ospedale di Mirandola e i servizi sanitari del Distretto saranno centrali nella azione politica del Pd di Mirandola e di tutta l’Area Nord e non lasceremo nulla di intentato perché siano riconosciuti formalmente due ospedali di primo livello, Mirandola e Carpi, con pari dignità e con le risorse e il personale per realizzare quanto già condiviso con l’ASL. Quanto accaduto con l’emergenza Covid conferma la necessità di avere anche i posti letto per intensiva e sub intensiva su Mirandola come del resto era stato previsto dalla programmazione sanitaria d’ emergenza.  Tutto questo al di là dell’atteggiamento irresponsabile del sindaco di Mirandola che prima accetta il piano per cui Mirandola è ospedale Covid (essendo unico sindaco dell’Area nord nell’esecutivo del CTSS) poi, in piena pandemia, cambia opinione, senza neppure informare i colleghi sindaci dell’Area. Il Partito democratico di Mirandola sarà in prima linea perché la direzione della Asl di Modena e la Regione procedano celermente alla realizzazione di quanto programmato. Noi valuteremo i risultati e non faremo sconti a nessuno”.

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...