Patriarca “Ministro, neanche Bretella e Cispadana sono state costruite”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Nota del senatore modenese Edoardo Patriarca, capogruppo Pd in Commissione Lavoro

 

 

Il senatore modenese Edoardo Patriarca, capogruppo Pd in Commissione Lavoro, torna a chiedere al Governo gialloverde, e in particolare al ministro delle Infrastrutture Toninelli, di non frapporre più ostacoli per la realizzazione della Bretella e della Cispadana. Ecco la sua dichiarazione:

 

 

“Non ci sono imprenditori che stanno usando la Bretella e la Cispadana. Così come il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha appena fatto per il Passante di Bologna, anch’io desidero rassicurare il ministro Toninelli: la Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e la Cispadana non sono ancora state realizzate, non c’è n’è proprio traccia, sono però progettate e si aspetta solo il via libera da parte dello Stato per poter procedere. Si tratta di infrastrutture attese, dal nostro territorio, da almeno trent’anni. Ora che finalmente sembrava si potesse avviare la fase di realizzazione pratica, il Governo gialloverde sta frapponendo ostacoli, rimandando a ulteriori valutazioni sulla reale necessità delle opere. Servono! Servono a un territorio fatto di piccole e grandi imprese, molte delle quali impegnate nel trasporto, sia nazionale che internazionale, dei propri prodotti. Insomma ministro, non so cosa dicano i dossier che le hanno preparato, ma nel dubbio glielo confermo: la Bretella e la Cispadana le stiamo ancora aspettando!”.

 

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La prudenza non è mai troppa

Ritenute espressioni della saggezza popolare, i proverbi contengono una lezioncina morale o danno  consigli e come tali si accettano ; certo a volte sono insopportabili

Accogliere e inserire si può

È arrivato alle cronache il caso di Dino Baraggioli, titolare dell’Artplast di Robbio, nel Pavese, con 90 dipendenti, che – come racconta l’Agi- aveva grosse

Biden o Trump? Le ricadute per l’Europa

Al di là dell’oceano, nella capitale dell’impero, con le elezioni di novembre,  l’inquilino della casa Bianca potrebbe cambiare, ossia il presidente. Quello che ha il potere