Parole.. parole..parole

Condividi su i tuoi canali:

None

(Questo testo è un commento alle considerazioni a firma  Sarpedonte postate il 30/07/2008;  08.44. ndr)  

 

Io invece, fatta salva la potenziale pericolosità di una lista “”tecnica”” che non sia anche moralmente ineccepibile, appoggio caldamente l’idea dei Top 30.

Occorre una svolta. Una svolta che solo gente onesta, in buona fede e di mente aperta, tecnicamente preparata, ma soprattutto di buon senso, e con idee innovative può imprimere.

Il dominio incontrastato per 60 anni della sinistra nel nostro territorio è infatti a mio avviso dovuto più all’incapacità dell’opposizione che non alla ferrea organizzazione del partito di maggioranza.

Lei Sarpedonte sostiene che all’opposizione vi sono uomini e idee, ma quel che vedo provenire da quella parte, a livello locale, sono solo, nella stragrande maggioranza dei casi, critiche per demolire senza proposte concrete per costruire, sono solo aspri dissidi interni degni del peggior governo Prodi. Nell’opposizione locale vedo perfino un’incapacità di collegarsi efficacemente alle segreterie e al governo, al fine di ottenere supporto per risolvere i principali problemi che attanagliano le nostre città. Questo è quel che vedo io, Sarpedonte, e un motivo ci sarà, se a me così pare.

Ne’ mi soddisfa molto quel che il governo nazionale sta facendo, soprattutto in tema di politica internazionale, di sicurezza e di giustizia.

C’è bisogno di un modo nuovo di concepire la politica, le leggi, l’amministrazione della cosa pubblica e del territorio: occorre cambiare mentalità. Un primo passo sarebbe quello, per me, di riformare la legge elettorale, perchè è da qui che nascono molti problemi, come la fossilizzazione di una classe dirigente incapace. Occorrono le preferenze, certo, secondo me, ma occorre anche impedire i giochetti delle segreterie per fare eleggere i soliti noti, impedire che pregiudicati o personaggi sotto inchiesta possano presentarsi come candidati ed essere eletti, imporre a chi viene condannato di andarsene a casa così come a chi un giorno decida legittimamente di cambiare bandiera, per non usurpare il voto degli elettori.

Occorre semplificare la normativa attraverso Testi Unici di dimensioni non enciclopediche, per renderla attuabile e per togliere l’eccessivo margine interpretativo che attualmente hanno i Magistrati, Magistrati che sono uomini che possono sbagliare e che, nel caso, devono essere perseguibili. Occorre un nuovo modo di concepire le leggi e l’amministrazione del territorio, più dinamico, inteso come processo, non come piano.

Occorre semplificare le procedure parlamentari e anche quelle delle amministrazioni locali, per poter essere tempestivi nelle decisioni in un mondo che si muove sempre più rapidamente.

Mi dica la verità, Sarpedonte, lei, a livello locale, ha mai sentito qualcuno dell’opposizione parlare di ciò? A livello locale lei ha mai sentito qualcuno dell’opposizione chiedere più sicurezza prima che i cittadini cominciassero a sbattere i pugni sul tavolo? Ecco perchè io credo, da cittadino, che ci sia bisogno di gente nuova e che l’idea dei Top 30 rappresenti una buona proposta.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire