Parità fra uomo e donna

Condividi su i tuoi canali:

None

In tutta l’Europa, eccetto la Francia, l’età del pensionamento per gli uomini è ai 65 anni. Per le donne le cose cambiano. Infatti solo in quattro stati (compresa l’Italia) l’età per la vecchiaia è fissata a 60 anni, mentre per tutti gli altri è di 65. Nel nostro paese le donne rappresentano circa il 37% dell’occupazione totale, fanalino di coda dell’occupazione femminile in Europa, con un tasso di attività per le donne adulte che va dal 58% al Nord ad un 39% al Sud. Si ipotizza ora di spostare a 68 anni la vecchiaia ( per l’uomo!) in quanto la durata media della vita si è notevolmente allungata. Fermo restando che le donne vivono in media 6-7 anni più dell’uomo, con una simile riforma fruirebbero della pensione per 15 anni più dell’uomo, più la reversibilità negli ultimi 6-7. Non vi sembra più giusto parificare il trattamento a 65 per entrambi, come succede già nella stragrande maggioranza degli stati europei?  

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...