Osteoporosi, Bifosfonati e cure dentistiche

Condividi su i tuoi canali:

In Italia l’osteoporosi è alla base di circa seicentomila fratture all’anno. È una malattia scheletrica caratterizzata da una riduzione della massa e della qualità delle ossa che diventano fragili e soggetti a un maggior rischio di fratture

Sono 5 milioni le persone che ne sono affette, soprattutto donne.

Da alcuni anni ha un effetto positivo su questa malattia delle ossa una categoria di farmaci, i Bifosfonati, che rallentano il riassorbimento osseo e i monoclonali, come il Denosumab che stimolano l’apposizione di calcio. Farmaci che sono utilizzati anche nella cura delle metastasi ossee nei pazienti oncologici.

A fronte dei buoni risultati del loro utilizzo è emersa una possibile complicanza di una certa gravità: l’osteonecrosi delle ossa mascellari, ovvero una degenerazione dell’osso mascellare in seguito a interventi di chirurgia orale. Si tratta di una complicanza con un’incidenza molto bassa, che però genera timori sia nel dentista che nel paziente.
Considerato che la necessità di curare l’osteoporosi per prevenire le frattura è un’indicazione all’utilizzo di questi farmaci la cosa migliore da fare sarebbe quella di avere sempre la bocca sana, per non trovarsi poi nelle condizioni di dover affrontare degli interventi cruenti durante la terapia con i Bifosfonati.

Prima di iniziare la terapia per l’osteoporosi è quindi necessario andare dal dentista e risolvere anticipatamente tutti quei problemi che potrebbero insorgere durante la somministrazione dei Bifosfonati. Quando ciò non avviene è bene che il dentista si accordi con l’ortopedico, l’endocrinologo o comunque il medico che li ha prescritti circa la tempistica degli interventi e l’eventuale sospensione della cura.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.