Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

Vittime senza Giustizia. Abbandonate, ignorate, sbeffeggiate. Sempre più forte è il grido di voci spesso inascoltate, che un'unica cosa chiedono: la tutela dei propri diritti.

 


Per questo precipuo scopo ha preso forma e vita l’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime, una associazione che mira non soltanto a raccogliere dati sui fatti criminosi, sulle condanne, e su quanto e come trovi applicazione, in Italia, uno dei capisaldi del nostro diritto penale, ossia la certezza della pena, bensì vuole,  attraverso un gruppo di professionisti di  estrema competenza ognuno nella propria materia, fornire assistenza legale psicologica alle Vittime di reato, e, ciò che rappresenta un fondamentale quid pluris, sollecitare a livello istituzionale la modifica di quelle leggi che ostacolano le Vittime nel raggiungimento della Giustizia cui hanno diritto, attraverso proposte di leggi, emendamenti, interrogazioni. “”Molte sono le iniziative già in cantiere, come il disegno di legge per l’Istituzione del Garante Nazionale per le Vittime, depositato alla Camera il 12 giugno scorso””, precisa la Presidente, Avvocato Elisabetta Aldrovandi, “”e tante sono le Vittime che del nostro Osservatorio fanno parte da Francesco Sicignano ad Andrea Masini, da Mario Cattaneo a Romina Vianello, da Graziano Stacchio a Laura Schiavo a William Pezzullo, molte delle quali saranno nostri referenti territoriali rendendosi portavoce delle nostre iniziative, perché, come noi, credono che solo stando uniti la nostra voce potrà essere forte e ascoltata””. Fanno parte di questo importante progetto anche Barbara Benedettelli, scrittrice e saggista e da anni in prima linea nella battaglia per i diritti delle Vittime, e il noto Avvocato Alessia Sorgato, autrice, tra gli altri, di “”Giù le mani dalle donne””, un vero e proprio manuale di consigli pratici per le Vittime di violenza. “”Stiamo predisponendo un commento critico ragionato all’ultima riforma del processo penale – aggiunge Alessia Sorgato- che non ci pare affatto rispondere alle esigenze delle vittime quanto, piuttosto, fornire alibi e rimedi postumi alla endemica lentezza della giustizia.””

COMUNICATO STAMPA SULLA MODIFICA DELLA LEGGE 122/2016 IN MERITO AL FONDO DI GARANZIA PER LE VITTIME DI REATI VIOLENTI

 

Una vittoria, sì. Di Pirro.

 

Pochi giorni fa la Camera dei Deputati ha approvato, in modificazione alla Legge n. 122/2016, con l’art. 4 comma 1 lettera f) del disegno di legge n. 4505-A, l’aumento del limite reddituale per l’accesso al Fondo di Garanzia per le Vittime di reati intenzionali violenti, che prevedeva un massimo reddituale di 11.000 euro annui, ossia quello per l’accesso al gratuito patrocinio, ora innalzato a euro 31.000,00, per consentire a chi ha ottenuto il risarcimento del danno nei confronti dell’autore di un fatto di reato la possibilità di ricevere la somma dal Fondo, il quale poi si surrogherà in luogo dell’avente diritto.

 

“”Una vittoria per le Vittime che rischia di trasformarsi immediatamente in una vittoria di Pirro””, commenta l’Avvocato Elisabetta Aldrovandi, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime, nato lo scorso Marzo con lo scopo di sollecitare modifiche normative in favore delle Vittime. “”L’aumento del limite reddituale permetterà certamente a più Vittime di ottenere risarcimenti laddove si verifichino le condizioni stabilite dalla legge. Ma altrettanto importante era aumentare in modo proporzionale il fondo stanziato, che passa dai 2.600.000 euro per il 2017, ai 4.000.000 di euro per il 2018. Importi assolutamente insufficienti se si pensa che ogni anno sono decine di migliaia le Vittime di reati intenzionali violenti che hanno diritto di avere accesso al Fondo, e le cui aspettative legittime rimarranno disattese perché lo Stato non stanzia somme sufficienti. Oltre a questo, assai grave, ma in linea con la mancanza di risorse, è il voto contrario alla richiesta di fornire copertura legale alle Vittime per costituirsi parti civili contro gli autori dei fatti di reato o difendersi nel caso siano accusati per essersi difesi da aggressori. Mai come ora””, chiosa l’avvocato Aldrovandi “”sarebbe importante esaminare al più presto la nostra proposta di legge sulla istituzione del Garante Nazionale Tutela Vittime, fortemente voluta da Angelo Bertoglio che, come me, da anni combatte al fianco di chi, per un reato subìto, è condannato alla pena eterna, e che mira istituire una figura di controllo, verifica e tutela in favore delle Vittime. Le nostre battaglie continuano, e delle briciole non ci accontentiamo. Le Vittime non meritano illusioni, ma risposte e sostegni concreti “”.

 

 

 

 

OSSERVATORIO NAZIONALE SOSTEGNO VITTIME

La Presidente

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...