ONDULATI MARANELLO:INCONTRO IN REGIONE

Condividi su i tuoi canali:

None

ONDULATI MARANELLO: NELL’INCONTRO IN REGIONE IL 5 MAGGIO IL SINDACATO SI ASPETTA RISPOSTE CONCRETE SULLA CONTINUITA’ OCCUPAZIONALE A MARANELLO

 

 

 

 

Dopo la vendita dello stabilimento di Ondulati Maranello a Ferrari Auto lo scorso autunno, si è aperto un tavolo di trattativa su richiesta scritta della Cgil di Modena presso la Regione Emilia Romagna alla presenza dell’assessore Colla per trovare una soluzione che permettesse la continuità produttiva a Maranello o zone limitrofe. Questo doveva servire ad evitare che i lavoratori rimanessero senza lavoro a partire dal prossimo anno.

In questi mesi si sono cercate tutte le soluzioni ai problemi che ostacolavano la costruzione del nuovo capannone a Maranello o zone limitrofe. Oggi a 6 mesi di distanza non ci sono più scusanti: il capannone si può e si deve costruire a Maranello!

Per queste ragioni troviamo preoccupanti e inopportune le voci a mezzo stampa (Gazzetta di Mantova) che, a pochi giorni dall’incontro in Regione (5 maggio) che deve verificare il superamento di tutti gli ostacoli, Ondulati Maranello abbia presentato i documenti al comune di Castelbelforte (Mantova) per una variante edilizia di cambio di destinazione d’uso per trasformare un capannone a vocazione logistica in un capannone di produzione di cartone ondulato e scatolificio.

Slc e Cgil non hanno chiaramente pregiudiziali al fatto che Ondulati costruisca un capannone a Castelbelforte, ma quel capannone non può essere alternativo o in sostituzione di quello che deve essere costruito a Maranello per dare continuità produttiva e garantire tutta l’attuale occupazione.

Per il 6 maggio è già stata prevista l’assemblea sindacale con i lavoratori di Ondulati per far il punto della situazione.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ad onta dell’art. 21

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”  Diciamo quasi  tutti…dato che  una

La corona di Maria Beatrice d’Este

Nel corso di una solenne cerimonia, la presentazione all’all’ambasciatore di Polonia della corona di Mary of Modena, moglie di re Giacomo II, ultima regina cattolica