Oggi i lettori di Bice consigliano

Condividi su i tuoi canali:

Settimana nr. 35 del 2010. Questa pagina prende forma ogni giorno grazie ai lettori di Bice. Qui vengono pubblicate e raccolte le vostre segnalazioni riguardanti approfondimenti, articoli, notizie anche foto)inerenti la politica e dintorni, meritevoli di essere letti, rinvenuti in qualche Blog o quotidiano.

Ci sono notizie che riteniamo di grande importanza, ma che molti quotidiani declassano  nelle pagine interne con brevi accenni. Ci sono foto che non fanno gossip, ma che vorremmo vedere pubblicate come “foto del giorno”. Capita, tra i tanti Blog presenti in rete, di leggere approfondimenti molto interessanti e stimolanti anche se non sono stati scritti da grandi firme del giornalismo contemporaneo.

Ciò premesso vi invitiamo a segnalare a questa redazione@dabicesidice.it  gli articoli che a vostro parere sono meritevoli di essere pubblicati per un ulteriore arricchimento a disposizione dei bicenauti.

E’ un modo concreto di rivendicare il nostro diritto di essere correttamente informati; è il nostro rivendicare la nostra volontà di convivere in una  comunità di persone pensanti e perciò libere da malevola disinformazione.         .

Questa è un’altra possibilità che,come per Agorà di Bice, permette ad ogni lettore di divenire redattore arricchendo così di ulteriore polifonico pensiero il nostro settimanale.

Questa pagina viene aggiornata ogni giorno dopo le ore 13: giusto il tempo per permettervi la ricerca e poi da parte nostra scegliere quanto da voi segnalato. Ogni settimana gli articoli e le foto pubbilcate saranno qui raccolte e ogni martedì, con l’uscita del nuovo numero di Bice verranno trasferite in archivio per lasciare il posto ad una nuova pagina (ndr)

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^  

Oggi sabato 4 settembre 2010

 

“pioggiacida” ci  invia 2 segnalazioni

 

1) Aspettando il discorso di Fini alcune considerazioni lette su  www.nicknamemadero.blogspot.com 

 Il pallino ce l’ha Berlusconi  

Non è il discorso di Gianfranco Fini a Mirabello che potrà fare chiarezza nel centrodestra. Posto che la divisione tra finiani e berlusconiani oramai ha superato il punto di non ritorno e che a questo punto Gianfranco Fini non può che procedere nella direzione della fondazione di un nuovo partito – il suo rientro nel Pdl, ammesso che glielo prospettino, sarebbe solo un’ammissione di sconfitta e la rinuncia ad ogni velleità e credibilità politica – l’unica via d’uscita per una soluzione del conflitto nel centrodestra potrebbe offrirla solo Berlusconi. (…continua)

Pubblicato da nickmanero il 02 settembre  2010

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°  

2) Si legge da più parti che l’Expo a Milano nel 2015 è a rischio. Ci sono perplessità anche nella stampa amica.

il Giornale del 3 settembre 2010

Smirne non scipperà Expo a Milano: «Solo voci infondate»

di Marta Bravi

 

Rompe il silenzio il commissario straordinario di Expo, Letizia Moratti smentendo apertamente la notizia pubblicata due giorni fa dal quotidiano Italia Oggi sull’eventualità di un subentro di Smirne a Milano nell’organizzazione dell’Expo del 2015.

«Nessuno può cambiare un percorso che non ha ritorno – ha spiegato ieri il sindaco – C’è un dossier di registrazione da cui non si torna indietro, firmato dal presidente del consiglio e che è stato presentato e stanno andando avanti le procedure del Bie».(continua)

Expo, prove d’intesa tra Fiera e Cabassi

                                                           

A.Z. propone :              

 

 

Nell’ultimo libro l’astrofisico Hawking cambia idea rispetto alle sue teorie di 22 anni fa ed elimina il «Creatore»

http://www3.lastampa.it/scienza/sezioni/news/articolo/lstp/315262/

 

Maria suggerisce:

  Sofia Coppola,un film di transizione sul lato oscuro dell’opulenza

 

 

 

 

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Oggi domenica 5 settembre 2010

 

Tra le indicazioni consigliate la redazione ha scelto le seguenti:

 

L’Osservatore Romano

 

L’arcivescovo Bader parla della difficile testimonianza dei fedeli in Algeria

Un cristiano fra i musulmani cambia le cose

del 5 settembre 2010

 

Algeri “”Un cristiano in mezzo ai musulmani cambia molte cose. Dà l’esempio di qualcosa di diverso. La nostra amicizia, il nostro spirito di servizio, fanno sorgere delle domande nei nostri compatrioti musulmani, del tipo:  “”Perché i cristiani si comportano così? Perché vivono in mezzo a noi nonostante siano minacciati?””””. In un’intervista all’Opera di diritto pontificio “”Aiuto alla Chiesa che Soffre””, l’arcivescovo di Algeri, Ghaleb Moussa Abdalla Bader, spiega che, nonostante rappresentino solo una piccola minoranza, i cattolici in Algeria svolgono un importante compito, quello di testimoniare Cristo e di dare corpo alla sua Chiesa. (continua)< /span>

 

°°°°°°°°°°°°°°°

la Repubblica

 

Tettamanzi: “”Subito la moschea, Milano garantisca il diritto di culto””

 

Il cardinale ai politici lombardi: “La politica strumentalizza il problema alimentando tensioni”

A dicembre la Padania, quotidiano della Lega, lo attaccò violentemente, arrivando a definirlo “”imam””

 

del 4 settembre 2010 di Zita Dazzi

 

«Le istituzioni civili milanesi devono garantire a tutti la libertà religiosa e il diritto di culto. I musulmani hanno diritto a praticare la loro fede nel rispetto della legalità. Spesso però la politica rischia di strumentalizzare il tema della moschea e finisce per rimandare la soluzione del problema, aumentando il livello di scontro, mentre potrebbe diventare uno stimolo per migliorare il livello della convivenza civile». L’arcivescovo di Milano, Dionigi Tettamanzi, ha ancora indosso i paramenti sacri dopo la messa e il rito per la professione perpetua delle religiose in Duomo. E a chi gli chiede del Ramadan e della moschea invano attesa da anni dalla folta comunità islamica milanese, risponde come un fiume in piena: (continua)

 

°°°°°°°°°

www.libertiamo.it

Non è il Giornale, ma Chi a spiegare le coordinate ideologiche del berlusconismo

il 04 settembre 2010 di Francesco Linguiti

 

Tette sintetiche, barche da sogno, calciatori coi pantaloni a pinocchietto che mietono cuori a destra e a manca, tradimenti e fedeltà progettati ad uso e consumo dei lettori accaldati.

Questi, e molti altri, gli argomenti delle riviste di costume e gossip che tutto l’anno, ma specialmente d’estate, invadono festosamente l’immaginario dei lettori italiani.

Le riviste di cronaca rosa, come si definivano un tempo, mantengono intatto il loro ruolo di promotrici della voglia di compartecipazione che, da sempre, i comuni mortali hanno nei confronti dei semidei; ma queste riviste sono anche un interessante paradigma per comprendere lo stato delle cose dei flussi ideologici di una comunità.

Il settimanale “Chi”, di proprietà del gruppo Mondadori, è una delle più lette e potenti riviste del settore rosa. Nel suo numero di ferragosto, uno dei più importanti dell’anno per investimenti pubblicitari e numero di lettori, l’indice di questa rivista si propone come un interessante modello di comprensione di quelle che potremmo definire le coordinate di un progetto culturale e politico.  In questo numero – cosa ben nota  e della quale molti han già parlato – un gran numero di pagine sono dedicate alle vacanze della famiglia Berlusconi.

Si distinguono, tra gli altri, tre articoli. Continua

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

24 aprile Giornata Mondiale della Sicurezza

Ifoa accende il dibattito nazionale sulle “morti bianche” con Cesare Damiano e gli esperti del settore  Reggio Emilia, 22 aprile 2024 – In occasione della Giornata Mondiale

Convocazione Consiglio Comunale

Martedì 23 aprile, ore 19.00 Il presidente Alessandro Reginato ha convocato il prossimo Consiglio Comunale di Fiorano Modenese per martedì 23 aprile 2024, ore 19.00,