Oggi i lettori di Bice consigliano

Condividi su i tuoi canali:

Settimana nr. 40 del 2010. Questa pagina prende forma grazie ai lettori di Bice. Qui vengono pubblicate e raccolte le vostre segnalazioni di articoli o foto rinvenuti in qualche Blog o quotidiano e meritevoli di essere amplificate.

Ci sono notizie che riteniamo importanti, ma che molti quotidiani ignorano o segnalano nelle pagine interne con brevi accenni. Ci sono foto che non fanno gossip, ma che vorremmo vedere pubblicate come “foto del giorno”. Capita, tra i tanti Blog presenti in rete, di leggere approfondimenti molto interessanti e stimolanti anche se non sono stati scritti da grandi firme del giornalismo contemporaneo.

Vi invitiamo pertanto a segnalare a questa redazione@dabicesidice.it   gli articoli che a vostro parere sono meritevoli di essere pubblicati per un ulteriore arricchimento a disposizione dei bicenauti.

L’uso di questa pagina è uno strumento a disposizione dei lettori che, come per Agorà di Bice, permette loro di divenire redattori arricchendo così di ulteriori  polifonici e pluralistici  contributi il nostro settimanale . (ndr)

 

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

oggi venerdì 8  ottobre 2010  

°°°°°°°°°°°°

 

La segnalazione della lettrice Stefania  S. sulla presunta attività di dossieraggio nei confrondi di Emma Marcegaglia

Ecco il testo della conversazione tra Porro, vicedirettore del Giornale e Rinaldo Arpisella,responsabile dei rapporti con la stampa della presidente di Confindustria

 

“”Spostati i segugi da Montecarlo a Mantova””
Passa meno di un’ora. Alle 12.18 Arpisella telefona a Porro.
A. “”Nicola, scusami, mi senti ora?””
PORRO””Sì, benissimo. Spostati i segugi da Montecarlo a Mantova””.
A (ride) “”Vale a dire? No?..””
PORRO””Adesso ci divertiamo, per venti giorni romperemo il c… alla Marcegaglia come pochi al mondo””.
A. “”Perché?””
PORRO””Perché secondo me non vuole avere… le facciamo un favore così… come dicevi tu, non ha… non sembra berlusconiana””.
A. “”Ma no, dai cioè. Cos’è successo, no spiegami””.
PORRO””Comunque dai, hai letto oggi il pezzo di Sallusti?”” (continua)

 

 

oggi mercoledì 6 ottobre 2010

 °°°°°°°°°°°°

Gino Losa segnala:

 

www.europaquotidiano.it

Caro monsignore

del 5 ottobre 2010 di Tiziana Ragni

 

Caro monsignor Fisichella, vengo a Lei con questa mia per sottoporle un caso che vorrei mi aiutasse a contestualizzare. La qui presente ha condotto una vita abbastanza irreprensibile, e dunque a tratti anche piuttosto noiosa, assolvendo fin dalla tenerissima età tutti gli obblighi sacramentali da Voi previsti. Un cursus honorum che dal battesimo al matrimonio l’ha fatta stazionare una trentina di anni tra oratori, sacrestie e movimenti religiosi regolarmente approvati e da Voi riconosciuti. La scrivente ha stazionato, e non se ne è mai pentita sia chiaro, soprattutto in aule sgarrupate di parrocchie di frontiera nelle quali ha insegnato catechismo ma anche italiano e matematica per tenere impegnati – e in chiesa – ragazzini che diversamente sarebbero andati a finire, e qualcuno nonostante l’impegno della scrivente ci è finito lo stesso, nei riformatori. (continua)

 

°°°°°°°°°°

 

www.ffwebmagazine.it 

A Modena, i danni di un’integrazione non riuscita

del  6 ottobre 2010 di Tonia Garofano

 

Doveva sposare un connazionale, un pachistano, un immigrato in Italia. Era questa la volontà, l’imposizione del padre di Nosheen, la giovane ragazza pachistana ferita duramente a Novi di Modena dal padre, Butt Hamad Kahn, operaio di 53 anni, e dal fratello, anch’egli operaio di 19 anni. Era questo il destino che Begm Shnez, 46 anni, madre della ventenne Nosheen, rifiutava di accettare per la figlia, tanto da rivolgersi ai carabinieri per segnalare le liti in famiglia e le botte prese dal marito. (leggi tutto)

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4