Oggi i lettori di Bice consigliano

Condividi su i tuoi canali:

settimana n.7 del 2012
Questa pagina prende forma grazie ai lettori di Bice. Qui vengono pubblicate e raccolte le vostre segnalazioni di articoli o foto rinvenuti in qualche Blog o quotidiano e meritevoli di essere amplificati.

 

Oggi sabato 18 febbraio 2012

 

Pioggiacida ci segnala questi quattro articoli:

 

Il Resto del Carlino

Pdl commissariato, a Modena arriva Verdini

Tessere sospette

Lo ha deciso il segretario nazionale Alfano. Farà da controllore riguardo ai fatti denunciati da Isabella Bertolini. La parlamentare: “”Una grande soddisfazione””

Per leggere tutto l’articolo (clicca qui)

  

^^^^^^^^^

Gazzetta di Modena

Pdl commissariato, congresso sospeso

Il segretario Angelino Alfano manda a Modena Denis Verdini per verificare le anomalie riscontrate nelle nuove adesioni

Di Andrea Marini

Per leggere l’articolo (klicca qui)

 

^^^^^^^

 

Modenaqui

18-02-2012

Finisce l’era Bertolini: la deputata commissariata da Alfano

Verdini porterà il partito al congresso

– Finisce con un commissariamento in piena regola l’era di Isabella Bertolini alla guida del Pdl modenese.

E finisce con una delegittimazione dell’ormai ex coordinatrice, tutto il polverone che la stessa Bertolini ha tentato di sollevare, nelle ultime settimane, in vista del congresso, di quel confronto diretto con gli elettori che la Bertolini tanto teme, perché certa di perdere la poltrona che occupa da anni con pura autoreferenzialità.

E che, ora, di fatto, non è già più sua.

La coordinatrice provinciale, infatti, accusata dalla base di aver tanto nuociuto al partito di Berlusconi, è stata deposta ieri dal segretario Angelino Alfano, che ha nominato al suo posto, come commissario, il coordinatore nazionale Denis Verdini.

Sarà lui ad avere il delicato compito di portare finalmente il Pdl modenese al traguardo del primo congresso facendo luce anche sul caso delle accuse generiche, ma infamanti, nei confronti di tutto il Popolo della Libertà, lanciate nei giorni scorsi dall’onorevole Bertolini.

E non è tutto.

Nei confronti dell’onorevole Bertolini si apprende anche dell’inizio di azioni legali da parte di numerosi iscritti Pdl, per quelle accuse gravi, generiche ma pesanti, lanciate nel vuoto dall’ex coordinatrice nel tentativo di mescolare le carte alla vigilia di quella che si preannunciava per lei come una sonora sconfitta.

Sembra siano già parecchie le azioni legali avviate contro l’onorevole a causa di quelle pesanti parole pronunciate nei confronti degli iscritti di origine meridionale.

Duro anche il commento dei tre coordinatori nazionali del partito, Sandro Bondi, Ignazio La Russa e Denis Verdini, che hanno dichiarato: «Scopriremo e puniremo chi ha cercato di sollevare polveroni e creare scompiglio nel partito per precisi interessi
di bottega».

In occasione della nomina di Verdini, parecchi iscritti al Pdl modenese hanno inoltre chiesto formalmente di verificare, finalmente, la contabilità del partito, gestita fino a ieri dalla Bertolini, ed in particolare di chiarire, una volta per tutte, la destinazione e l’utilizzo della rilevantissima somma ritratta dalla cena alla presenza del Presidente Berlusconi tenutasi nel 2006.

Sulla regolarità della votazione la realtà è una sola: «Nessuno – hanno dichiarato ieri i coordinatori nazionali La Russa, Verdini e Bondi – può superare lo sbarramento anti-irregolarità previsto dal regolamento congressuale del Popolo della Libertà.

E’ la prima volta che un partito decide di consentire il voto solo all’iscritto che si presenta personalmente, munito di carta d’identità e di bollettino postale di versamento della quota.

E’ esclusa ogni possibilità di delega e il voto del semplice iscritto vale quanto quello del deputato.

Siamo quindi in presenza di regole a prova di bomba.

Se mai qualcuno fosse iscritto irregolarmente o, peggio, iscritto a sua insaputa, non potrebbe quindi mai votare, dicesi mai.

Chi vuol mettere in ombra il grande risultato di democrazia e partecipazione del Pdl è servito».

«E con altrettanta durezza – hanno aggiunto – sarà perseguito chi ha sollevato polveroni inutilmente».

Nel frattempo il Pdl modenese può tirare un sospiro di sollievo.

E’ finita un’era lunga e buia: è finita l’era Bertolini.

 

^^^^^^^^

 

TRC – Telemodena

Tessere ambigue PdL commissariato

Venerdì 17 febbraio 2012, 18:30 di Stefano Michelini

 

La sezione del Pdl modenese è da oggi commissariata. A prendere la decisione, nel mezzo della polemica sul tesseramento di persone legate alla malavita organizzata, è stato il segretario nazionale Angelino Alfano. Il numero uno del partito ha individuato nell’onorevole Denis Verdini, che arriverà in città lunedì, l’uomo che dovrà fare chiarezza ed occuparsi del coordinamento provinciale. Una scelta, quella di Alfano, che comporta anche l’inevitabile slittamento del Congresso provinciale fissato per il 25 febbraio e già rinviato per neve sabato 11.

Soddisfatta della strada imboccata Isabella Bertolini, che per prima aveva denunciato a Roma l’anomalia di alcuni tesseramenti.

Carlo Giovanardi parla invece di decisione presa in accordo con Alfano. “Abbiamo convenuto – spiega il senatore – che la cosa più opportuna per Modena per troncare ogni polverone e speculazione fosse la nomina di un commissario in grado rapidamente di fare e garantire prima possibile la celebrazione del congresso”.

Poco prima Enrico Aimi, uno dei tre candidati alla guida del Pdl modenese, aveva duramente attaccato Isabella Bertolini, accusandola di aver voluto sbarrare le porte del partito a rivali sgraditi.

Dura la replica di Andrea Leoni nei confronti dello stesso Aimi. “Diceva di aver già vinto, evidentemente il rinvio gli ha dato alla testa”.

(art. pubblicato su http://www.trc.mo.it/home/politica/12163-tessere-ambigue-pdl-commissariato-.htm

 

^^^^^^^^^

 

 

0ggi venerdì 17 febbraio 2012

 

Pioggiacida ci segnala:

 

Fatto Quotidiano – Emilia Romagna

 

Modena, infiltrazioni della malavita nel Pdl  Alfano nomina commissario Verdini

Sempre più caos nel partito di Berlusconi in Emilia Romagna: la prima mossa è stata togliere i poteri a Isabella Bertolini, l’unica che aveva evidenziato i pericoli dati da un boom di iscritti sospetto. Ma la deputata probabilmente paga anche quel “”Silvio fatti da parte”” pronunciato pochi giorni prima della caduta del governo: fu lei a guidare quelli che vennero soprannominati “”malpancisti””

Il tanto invocato intervento di Alfano alla fine è arrivato e ha tutta l’aria di un terremoto in casa Pdl. Dopo le denunce della deputata Isabella Bertolini, che han gettato l’ombra della camorra sul tesseramento del Pdl modenese, l’ex guardasigilli ha deciso di nominare Denis Verdini commissario del coordinamento provinciale di Modena. Uno smacco per la deputata modenese, che paga con qualche mese di ritardo il tardimento a Berlusconi: fu lei, infatti a pronunciare quel “Silvio fatti da arte” e a guidare i malpancisti che contribuirono alla caduta del governo Berlusconi.

Per leggere tutto l’articolo: (Klicca qui)

 

«««-»»»

 

0ggi giovedì 16 febbraio 2012

 

Massimo Guerrini segnala:

 

Camorra nel Pdl e tessere sospette, Aimi: “”Ho inviduato l’amico dei clan””

Il vicepresidente del consiglio regionale: “”Stiamo parlando di una persona che, nell’operazione Medusa, è stata assolta da plurimi reati compresa l’aggravante della mafiosità e ha subito condanna per una contravvenzione a qualche centinaio di euro per gioco d’azzardo””

Per leggere l’articolo: http://www.modenatoday.it/politica/camorra-pdl-amico-clan-aimi.html

 

°°°°°°

 

Sanità: l’Idv di Modena attacca il Pal da lei stessa approvato

 

Una nota dell’Idv critica il Pal approvato dai suoi stessi consiglieri e assessori in Provincia e nei Comuni: crisi diplomatica in viale Martiri con un Sabbattini furioso

Quello di oggi è stato un mercoledì da leoni per il Presidente della Provincia di Modena Emilio Sabbattini: il numero uno di viale Martiri stamane ha tirato giù dal letto con una telefonata di fuoco il capogruppo Idv in consiglio provinciale Sergio Pederzini. Cosa ha suscitato una simile ira? Un comunicato inviato lunedì pomeriggio dall’ufficio stampa modenese del partito di Di Pietro in cui si attacca a testa bassa il piano attuativo locale della sanità modense, nota di cui il capogruppo Idv, nonché assessore al Comune di Fiorano, era totalmente all’oscuro. Peccato che il Pal, negli scorsi mesi, fosse stato approvato con il voto favorevole dell’Idv non solo in Provincia, ma nei diversi comuni modenesi in cui è maggioranza.

 

Per leggere tutto l’articolo . http://www.modenatoday.it/politica/sanita-idv-modena-comunicato-sabbattini-pederzini.html

°°°°°°°°°°°

“Biogas, i nuovi mostri”

I Nuovi Mostri: l’altra sera a Poggio Renatico si è svolta la presentazione di quello che sarà l’ennesimo  Impianto BIOGAS della nostra torturata e bistrattata Provincia. Non son un tecnico quindi, riassumo ciò che ho capito dalla spiegazione dell’ingegnere che, utilizzando un linguaggio pertinente all’esposizione di una tesi di laurea, ci ha dato.

Sono andata lì per cercare di capire cos’è una centrale, a cosa serve, cosa succede se, etc etc. Il processo produttivo (distruttivo) è alquanto complesso ma per farla breve: si utilizzano ca. 300h di terreno agricolo per coltivare mais e altri due prodotti dal nome irripetibile (non ricordo) che vengono coltivati, trasportati, immagazzinati, fatti decantare, bruciati e trasformati in ENERGIA RINNOVABILE e quel che resta viene restituito al terreno per “arricchirlo”.

Non mi dilungo nella descrizione delle mie sensazioni o reazioni. Quando la persona ha poi mostrato il rendering e/o foto dell’impianto e ha detto: “bello compatibile con l’ambiente” mi è venuto un coccolone. Ma come? Questo è il futuro della nostra AGRICOLTURA? Ma i contadini, sin dal tempo dei tempi, hanno sempre cercato di coltivare la terra proteggendola, valorizzandola, ricavandone cibo e derrate da commerciare. Agricoltura, commercio, scambio= ECONOMIA=VITA!

 

Per leggere tutto l’articolo: http://www.estense.com/?p=197715 

 

°°°°°°°°°°°°

 

il Giornale.it 

Pdl, caso delle tessere false Alfano: “”Nessuna irregolarità I congressi andranno avanti””

Il nodo sulle tessere false all’interno del Pdl potrebbe allargarsi. Ma Alfano dà il via ai controlli: “”Fermeremo i congressi solo se riscontreremo delle irregolarità””

di Sergio Rame – 16 febbraio 2012, 17:59Commenta Il nodo sulle tessere false all’interno del Pdl potrebbe allargarsi. Dopo Bari, Savona, Vicenza e Modena sono state lamentate irregolarità anche a Salerno. Un fenomeno che si sta allargando a macchia d’olio e che rischia di espandersi proprio quando la stagione congressuale del partito entra nel vivo e, soprattutto, a poche settimane dalle elezioni amministrative. “”Stiamo facendo delle verifiche ma nel dubbio bloccheremo tutto – commenta il segretario politico del Pdl, Angelino Alfano – se si riscontrano situazioni dove non vediamo chiaro nel dubbio non faremo svolgere i congressi””. Per il momento, la stagione congressuale del Pdl prosegue. Lo stesso Alfano ha avuto conferma del pieno rispetto delle regole e, quindi, i congressi in programma per il prossimo fine settimana saranno regolarmente svolti.

 

Per leggere tutto l’articolo: (Klicca qui)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ad onta dell’art. 21

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”  Diciamo quasi  tutti…dato che  una

La corona di Maria Beatrice d’Este

Nel corso di una solenne cerimonia, la presentazione all’all’ambasciatore di Polonia della corona di Mary of Modena, moglie di re Giacomo II, ultima regina cattolica