NUOVA SPEDIZIONE DEI VOS IN CENTRO ITALIA

Condividi su i tuoi canali:

None

NUOVA SPEDIZIONE DEI VOS IN CENTRO ITALIA

 

 

Nuovo viaggio dei Volontari della Sicurezza di Sassuolo, sabato scorso, nei territori colpiti dall’emergenza neve e terremoto nel centro Italia, per consegnare materiale raccolto tra la cittadinanza e non solo.

 

I volontari hanno consegnato alle Suore francescane di Borgo san Pietro di Petrella Salto: capi d’abbigliamento, coperte, sciarpe e berretti, alimentari vari, materiale per igiene personale, coperte, piumoni e intimo; tutto quanto donato da privati cittadini.

Alle scuole primarie del Comune di Visso, i Vos hanno consegnato 3 stampanti ed altrettanti cartoni contenenti risme di carta A4, donati dai genitori delle scuole del territorio di Casalgrande assieme all’Amministrazione comunale.

All’Amministrazione comunale di Visso sono stati consegnati 1 generatore kw30, un televisore 48 pollici e 12 colli di alimenti per cani e gatti ; materiale donato da Ir GraficJet Italiana  Riprografia srl.

All’Associazione Intercomunale di Protezione Civile  di Norcia sono stati consegnati 12 teli in plastica con occhielli 5×4, donati dai ragazzi dell’Istituto maffei di Verona assieme al professor Roberto Maccadanza.

All’Azienda Agricola Funari di Norcia è stato consegnato: 1 stufa a pellet, 1 asciugatrice e 1 macchina da caffè donato da “Matte Frassi poste pay” e dagli stessi Vos.

Al Comune di Norcia è stata consegnata una turbina da neve donata da Ir GraficJet di Bosco.

Al Comune di Montecavallo sono state consegnate: 1 stufa a pellet, 3 contenitori da 1 mc, 440 kg di preparato per gnocchi in sacchi da 10 kg, 1500 bottiglie di acqua naturale; materiale offerto da G.M di Mascolo, mar Food, Roberto Polinari e Fior di Farine.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo