Nove quesiti all’assessore Sitta

Condividi su i tuoi canali:

None

Per un salto di qualità contro l’attuale frantumazione dell’impegno sociale e politico

 

    Si domanda all’Assessore Sitta

1.                  Assessore, considerato che ne ha responsabilità e competenza, se la sente di “giurare” pubblicamente, magari soltanto sul “diario delle giovani marmotte”,che in via Cannizzaro si può costruire senza pericoli? Si rende garante di ciò davanti ai cittadini?

2.                  Non bastano leggi, regolamenti, decreti ministeriali per bloccare la Sua “furia di cementificazione? Strana concezione della legalità!   Non bastano pareri negativi o grossi dubbi di AUSL, ARPA, PROVINCIA, Associazioni, Comitati, Illustri esperti e Geologi? Strano concetto di democrazia e partecipazione!

3.                  Gira insistente voce che….Ma Voi, Assessore l’acquedotto lo lascerete in via Cannizzaro o lo sposterete in altro luogo, magari ove .l’acqua potrebbe essere ancora peggiore……ma intanto HERA e COMUNE fanno “CASSA”?

4.                  7.000 alloggi sfitti e l’Assessore continua nella quasi diabolica logica  di nuove costruzioni, non pensa di buttare nel “RUSCO” il valore di questi alloggi sfitti,dietro l’alibi politico di false verità? ( giovani….poveri….).

5.                  E se proprio ritiene indispensabile cementificare(secondo il valzer di numeri che ha dato lunedì sera in assemblea) perché farlo proprio in aree a rischio come via Cannizzario o come sul  campo da calcio di Cesana devastando verde ed ambiente?

6.                  E’ sicuro,Assessore,che sotto questo assurdo disegno dell’Amministrazione non si celi,anche soltanto “di striscio” (come qualcuno potrebbe pensare) il desiderio di “FARE CASSA”?

7.                  Quante aree edificabili ha ancora il Comune? Qualcuno ha detto 45.000mq., risponde a verità? Non sono un’alternativa? Perché non Vi decidete, dopo 15 anni,a ristrutturare adeguatamente aree come l’ex AMCM, come ex Consorzio agrario (affondata dalla passata Amminitrazione per “INERZIA”), come la zona della MADONNINA,che, peraltro ancora non avete inserito nel Piano Regolatore???

8.                  Assessore, è a conoscenza che architetti del valore di CERVELLATI  (Assessore all’urbanistica di Bologna, uomo PCI, PDs, ed ora PD….) e che L’ORDINE DEGLI INGEGNERI DI MODENA hanno dichiarato che “è gravissimo errore cementificare con il nuovo, mentre  oggi occorre ristrutturare e riqualificare l’esistente….”? Quali delle due “modalità” esporta Lei a Milano?

9.                  La nuova legge nazionale   prevede che, in base al federalismo urbanistico, passeranno dallo Stato ai Comuni i BENI DEMANIALI IN DISUSO. Le basteranno tutti i nostri BENI MODENESI per ristrutturare,  ricostruire, accontentare le Cooperative e creare  giustamente lavoro senza cementificare o creare pericolosi aborti urbanistici? Non ritiene opportuno tenere in considerazione queste possibilità per un Progetto Generale di Modena Futura?

 

Consigliere Comunale PdL

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire