Non scegliere mai il tuo the in fretta perché poi te lo devi bere.

Condividi su i tuoi canali:

None

Mio nonno mi diceva sempre: “Non ti FIDARE, ragazzo mio, di quelli che promettono di farti ricco dalla mattina alla sera. Per il solito, o sono matti o imbroglioni! “

Ogni volta che leggo sui giornali le dichiarazioni dei politici , in particolar modo di quelli locali della Lega capitanati dal duo Manfredini e Barbieri mi torna in mente l’annosa questione del mio caro.

Il dossier del nuovo assetto del centro-destra è quasi pronto in vista del tavolo denominato “federazione dei partiti del centro-destra”  dove indubbiamente il maggior azionista, Forza Italia, potra’ DETTARE ancora meglio le regole del GIOCO.

Manfredini e la Lega probabilmente vogliono amici POTENTI. Ma loro forse ne vogliono di più potenti e non c’è da scandalizzarsi se l’ideologia della Lega è stata messa a volte in soffitta dimostrando esplicitamente che non esiste una vera e propria governace equa tra le parti.

La Lega, a volte con alcune prese di posizione dei suoi protagonisti, MANFREDINI-BARBIERI,  pretende e si sforza troppo di piacere a tutti gli uomini di potere, ma alla fine finirà che NON PIACERA’ a nessuno.

Non puoi mettere assieme una massa di uomini e aspettarti di ottenere un’organizzazione efficiente. Sarebbe come mettere un uomo, una donna e dei bambini in una casa e aspettarsi una famiglia felice.

L’effetto di questa politica forse superficiale ha creato divisioni interne e la scarsa capacita’ diplomatica di alcuni protagonisti dal canto suo ha portato a peggiorare la situazione e a non raggiungere gli obiettivi alla portata di qualsiasi VERO CAPACE politico.

A questo punto, il sentiero diventa terribilmente stretto e ripido , constatando che probabilmente molti elettori e sostenitori si sono allontanati  e appare molto improbabile un loro riavvicinamento.

Attraverso questo legame “federativo del centro- destra” e lo schema imposto dal direttore d’orchestra, Forza Italia nelle persone della BERTOLINI-LEONI-SEVERI in Emilia Romagna, la Lega puo’ star certa che il loro posto al tavolo delle trattative è in una posizione defilata con una scarsa forza contrattuale.

E’ possibile , pero’ , che alcuni esponenti della Lega faccino piu’ strada a livello personale a discapito di tutelare al meglio la filosofia del pensiero originale della Lega , soprattutto se si tiene in considerazione la questione delle probabili difficolta’  del partito a reperire RISORSE FINANZIARIE necessarie per dar slancio al partito e ai suoi ambiziosi politici.

L’aspetto piu’ importante è che gli elettori e l’opinione pubblica non possono fare affidamento su nuovi attori  e su un rientro di illustri dissidenti ed è per questo che nel lungo periodo non si riesce a sostenere l’idea del futuro della Lega.

A MODENA non si sono quasi mai viste delle iniziative innovative che hanno portato uno sviluppo e una evoluzione di pensiero supportati dallo spirito del gruppo e questi sono elementi che non danno segnali sicuramente di ottimismo per il futuro.

Il contentarsi di poco è un boccone mal conosciuto , pertanto non bisogna puntare mai su un perdente pensando che la sua fortuna potrà cambiare prima o poi.

Meglio dunque non aspettarsi risultati eclatanti da personaggi opinabili anche perche’ dopo anni di gerenza non abbiamo mai visto grandi risultati e ci hanno convinto che in un sistema locale in cui tutti i giorni abbiamo problematiche sempre piu’ complesse e numerose, farsi delle illusioni si  rischia di fare dei salti nel vuoto.

In  questo caso non ci  sono cattivi reggimenti, ma forse solo colonnelli incapaci.

Non c’è un segreto della politica . Il fine della politica , se ve ne è uno, è quello di andare sempre alla ricerca di tentazioni. Non ce ne sono abbastanza:  capita delle volte di passare un’intera giornata senza che un politico si imbatti  in una sola tentazione. Fa davvero tristezza la cosa, fa tanto temere per il futuro………

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4