Non era difficile prevedere che…

Condividi su i tuoi canali:

Se chirurgia estetica e fumo contano più della realtà…considerazioni post elettorali viste da una visuale di centro destra

Non era difficile prevedere la pesante sconfitta del Pd, così come difficile non era prevedere la scomparsa dal Parlamento della sinistra radicale. Come ebbi a scrivere , sulle colonne di  (http://www.imgpress.it/notizia.asp?idnotizia=26326&idsezione=2), avevo già intuito tutto a giugno quando ai “compagni” venne suggerito di divincolarsi il prima possibile dalla stretta mortale di Prodi. Era evidente che il governo guidato dal professore di Scandiano ben presto avrebbe fatto perdere loro credibilità sia come uomini di governo che come leader politici.

Detto fatto. E proprio per questo  non ci convincono le tesi secondo cui la perdita di rappresentanza istituzionale della sinistra-sinistra sia da attribuire ad una legge elettorale sbagliata o al richiamo al voto utile di Veltroni.

Queste, semmai, sono delle concause. La pesante sconfitta della sinistra radicale ha ragioni profonde e tutte riconducibili all’assenza di un progetto politico serio e credibile. Una mancanza questa dovuta all’ormai evidente incapacità dei “compagni” di leggere la realtà. C’è di peggio: da qualche tempo essi hanno l’assurda pretesa di plasmare la società secondo un verbo nichilista che spesso e volentieri sfocia in un aggressivo relativismo. Si tratta di una posizione veramente drammatica se si pensa che uno dei pregi ascrivibili a Carlo Marx è proprio quello di aver avuto una spiccata capacità di analisi e comprensione della realtà.

Come si può pretendere che dinnanzi ad una crescente difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese, si accettino, senza colpo ferire, situazioni nelle quali, in nome di un non meglio definito diritto all’armonizzazione del proprio corpo, onorevoli della Camera dei Deputati si rifanno naso e seno a spese del Servizio Sanitario e per giunta con l’avallo del ministero della Salute? Chi il proprio salario non lo vede aumentare da anni, di sicuro non è contento quando è costretto ad apprendere che la principale preoccupazione dei deputati di Rifondazione è quella di piantare e fumare cannabis alla Camera.

Di fatti come quelli appena descritti se ne potrebbe elencare ancora molti, basti pensare a tutte le problematiche relative all’immigrazione che la sinistra continua ad affrontare con piglio ideologico. Il popolo vuole risposte concrete ai propri bisogni e per questo ha optato per una scelta netta, dimostrando con ciò di essere tutt’altro che stupido.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire