NOMINA DI ALESSANDRA FILIPPI: DESIGNAZIONE IMPORTANTE PER IL PRESENTE E OTTIMO SEGNALE PER IL FUTURO

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Quando le cittadine e i cittadini di Modena lanciano segnali di insofferenza così forti e inequivocabili, come è avvenuto il 4 marzo, per tutto il vecchio centrosinistra, sino a configurare una vera e propria crisi di fiducia, produrre atti che segnano una discontinuità vera, evidenzia che si è compreso che cosa è successo e che si vuole promuovere il cambiamento. La politica e le compagini di governo che reagiscono alle difficoltà facendo spallucce o peggio ancora dicendo “”Gli elettori non hanno capito”” è nell’anticamera della propria sconfitta definitiva. Noi, che non abbiamo nascosto le difficoltà di rapporto nazionali e locali con l’elettorato della sinistra e del centrosinistra, avevamo chiesto un segno politico tangibile di rinnovamento e innovazione e, pensiamo di poter dire, che questo segnale sia arrivato. Troviamo particolarmente importante che il sindaco abbia deciso di attribuire delle deleghe strategiche come l’ambiente e la mobilità ad una ambientalista scientifica, Alessandra Filippi, che ha fatto della sostenibilità (tutta, ambientale, sociale, economica e democratica) la propria ragione di ricerca e di molti anni di impegno civile e politico.

 

Dinanzi ad un Pd che ancora stenta a fare una analisi seria della sonora sconfitta del 4 di marzo,? il sindaco ha trovato l’umiltà di imprimere, attraverso la nomina di Alessandra Filippi, una decisa svolta nel senso dell’ambientalismo scientifico e moderno che sarà, di sicuro per quanta riguarda noi, il pavulum di idee con cui innerveremo i nostri contributi su PUMS e PUG. Il 2019 è alle porte. Noi siamo impegnati insieme alla nostra costituenda forza politica della sinistra progressista (a partire da LeU, ma aperta al civismo organizzato e diffuso) a costruire, in modalità partecipata e condivisa con le/i nostre/i cittadine/i, una proposta programmatica che avrà al centro la crescita sostenibile, l’uguaglianza e la qualità della vita di tutti.

 

Costruita la nostra proposta di visione e azioni per la città andremo al confronto con le forze democratiche per verificare la possibilità di costruire non più il vecchio e sfiancato centrosinistra ma un fronte ampio dai chiari connotati progressisti. Nulla è scontato, siamo impegnati perché la città non cada nelle mani delle? destre e, registriamo con un certo favore, che c’è consapevolezza delle difficoltà e della necessità di cambiare come? testimoniato? la nomina di Alessandra Filippi. Ovviamente non basta, ma è un segno prodromico importante.?

 

Per ultimo sentiamo la necessità di ringraziare un galantuomo ed un assessore capace come ?Gabriele Giacobazzi. Al quale auguriamo buon lavoro per le altre sfide importanti che ha deciso di intraprendere.

 
 
Gruppo consiliare “”Articolo Uno-Mdp/Per me Modena””
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.