Noi non scriviamo poesie …

Condividi su i tuoi canali:

None

Condivido il commento di pioggiacida,(R: ..snif snif: profumo si s(q)uola? )sia per il silenzio ottuso che circonda episodi come quello della degenerazione dei festeggiamenti di Halloween sia, e più ancora, per la parte più strettamente inerente alla scuola…Prima di potersi ragionevolmente confrontare con istituzioni come quella scolastica, e con chi opera al suo interno, i genitori devono crescere, conoscere, avere l’umiltà di ascoltare prima di pretendere di essere ascoltati.

La Scuola non è una bottega, nella quale noi possiamo acquistare ciò che ci fa comodo, che ci piace, che ci interessa… magari concordando, o imponendo, noi il prezzo relativo!

Le molte realtà presenti , le diverse attitudini, le molteplici esigenze degli alunni possono essere  valutate e considerate, ma non devono servire a modellare una Scuola a misura personale…a scapito delle sue finalità più alte, anche se parlare di finalità più alte può far rotolare per terra dalle risa taluni o suscitare il torpore in altri.

Fino a quando torme di genitori vedranno nel corpo insegnante degli avversari, e non degli alleati, sarà più difficile l’intesa…o , se intesa ci sarà, sarà a scapito della preparazione e della formazione degli alunni. Forse noi genitori dovremmo imparare che “”le spese le fanno i ragazzi“” solo quando si promuove con facilità, quando non si accerta la loro  vera preparazione, quando non si contribuisce alla loro maturazione, quando non si sa trarre da loro il meglio…E per essere al meglio di noi stessi, da alunni,  come in ogni epoca della vita, non possiamo ignorare il sacrificio, che lo studio e l’applicazione scolastica impongono, né, in nome di un imprecisato edonismo, dettare le regole…interrogazioni e verifiche programmate dagli alunni, nessun compito per la fine settimana, nessuna interrogazione collocata di lunedì, perchè imporrebbe lo studio nella predetta, nonché sacra, fine settimana, e via dicendo 

All’apparenza facilitiamo la vita ai nostri figli, in realtà la complichiamo, alla distanza, nel loro futuro… perchè difficilmente la vita, e le realtà lavorative, saranno così indulgenti e affettuose da preavvisare di un guaio o  di un impegno, o da attendere la disponibilità ad affrontare difficoltà , imprevisti e problemi…

Prima di rapportarsi in senso critico è purtroppo indispensabile prepararsi, conoscendo la realtà scolastica…anche riguardo ai programmi. Sempre più spesso i genitori e i ragazzi vogliono dettare legge anche in questo campo…ad esempio proponendo di privilegiare lo studio delle materie tecniche a scapito di quelle puramente scientifiche  o umanistiche…considerate  queste ultime perfettamente “inutili”.

Certo, è più facile che i nostri figli  nel loro futuro lavorativo siedano davanti a un PC, piuttosto che  meditino su ciò che hanno appreso in materie presunte  “inutili”, come la Letteratura, la Filosofia, la Storia…ma queste sono le materie che danno la formazione, che creano lo spirito critico, che danno la consapevolezza di sé…Potremo anche, per tutta la vita, sederci davanti a un PC, o fare un qualsiasi altro lavoro, manuale , tecnico, non importa… ma ciò che ci hanno dato queste materie saranno per sempre il nostro patrimonio interiore, quello che fa di noi dei buoni cittadini, persone vere, che meritano rispetto e sanno rispettare, sé stessi, chi sta loro accanto, i colleghi di lavoro, gli avversari politici, le leggi, le istituzioni…

Da uno dei pochi film memorabili di questi ultimi anni, L’attimo fuggente, riporto queste parole:

……………………………………………………………………………………………………….

Noi non scriviamo poesie perché è carino. Noi scriviamo poesie perché apparteniamo alla razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria, sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento.

Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

………………………………………………………………………………………………………..

Una mamma

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...