No VAT: l’Anticristo

Condividi su i tuoi canali:

None

Udite, udite !!Finalmente una manifestazione in difesa del laicismo( più che della laicità ) alla quale non potranno mancare i fautori della “”cosa rossa””, della “”cosa arcobaleno””, i laici del PD, i radicali e la RdP, i NO GLOBAL, i Disobbedienti di Caruso e Casarini, gli Amici di Grillo e tutta la galassia anti-Vaticano che vede in Benedetto XVI un ostacolo allo sviluppo dell’individuo raziocinante. In nome di : autodeterminazione, laicità, antifascismo, liberazione e cittadinanza il movimento anti-papa ( www.facciamobreccia.org ) organizza per sabato 9 febbraio 2008 una MANIFESTAZIONE NAZIONALE a Roma, in Piazzale Ostiense alle ore 14.00, dal titolo = NO VAT ( no Vaticano ). Cosa chiedono questi illuminati, forse un governo più equo? la riduzione del deficit pubblico e del numero dei parlamentari? l’aumento dei salari e delle pensioni? la sicurezza per i cittadini e un aiuto alle famiglie? Niente di tutto questo! Essi marceranno su ROMA per :

– L’autodeterminazione delle donne.

– I diritti e la piena cittadinanza di lesbiche, trans e gay.

– Un dispositivo anti-discriminatorio slegato dalle logiche securitarie.

– La libertà di scelta in ogni aspetto e fase della vita.

– La cancellazione della legge 40 sulla fecondazione assistita.

– L’istruzione pubblica e laica.

– La laicità del sistema sanitarIo pubblico.

– L’abolizione del Concordato e di tutti i privilegi economici del Vaticano.

E noi poveri cucchi che pensavamo fosse ora di andare in piazza a Modena per protestare contro il caro vita, le tasse troppo alte, il pericolo della droga, la sicurezza delle nostre famiglie, l’inquinamento dell’aria, i tempi della sanità, il fallimento della scuola e della politica italiana: non abbiamo capito niente. Se queste sono le idee e le priorità dei giovani, del futuro non m’importa più niente.

Sarpedonte

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Studi sul boro alle Salse di Nirano

Per valutare quanto l’elemento prodotto dai vulcani di fango incida sull’arricchimento delle falde acquifere del territorio. Il Comune di Fiorano Modenese ha stipulato un nuovo