“NESSUN CAMBIO DI ROTTA SULL’OSPEDALE SANTA MARIA BIANCA, LA STRUTTURA DEVE ESSERE POTENZIATA”

Condividi su i tuoi canali:

None

MIRANDOLA, CONSIGLIO COMUNALE APERTO: VOTO UNANIME SULL’ODG RELATIVO ALLA PETIZIONE CHE CHIEDE LA REVISIONE DEL PAL. “NESSUN CAMBIO DI ROTTA SULL’OSPEDALE SANTA MARIA BIANCA, LA STRUTTURA DEVE ESSERE POTENZIATA” 

“Da parte nostra, e crediamo che sia espressione anche di larga parte della volontà popolare di Mirandola, come dell’area nord della provincia, non ci può essere alcun cambio di rotta sull’ospedale di Mirandola. Va riaperto il reparto di cardiologia; va progettato e realizzato a tempo di record un nuovo corpo di fabbrica per funzioni ad alto contenuto tecnologico; c’è l’urgente necessità di medici in Pronto Soccorso, come dell’assegnazione di psichiatri. E di un primariato di anestesia. Se non si ottempera a queste richieste il percorso di depauperamento della struttura sarà irreversibile fino alla chiusura.” È questo il messaggio che arriva dal Consiglio comunale aperto sulla sanità tenutosi martedì 9 novembre presso l’Auditorioum Montalcini di Mirandola. La seduta indetta dalla Giunta mirandolese, ha avuto come OdG unico, la “”Petizione popolare presentata in data 3/07/2021 dai sigg.ri Chiarotti Ubaldo e Vecchi Nicoletta per richiedere la revisione del Piano Attuativo Sanitario Locale (P.A.L.) ed iniziative volte alla ridefinizione delle missioni dei vari ospedali della provincia di Modena, mantenendo due soli punti fermi: Policlinico e Ospedale di Baggiovara, HUB provinciali”, votata al termine all’unanimità.

Presenti in sala oltre al Sindaco di Mirandola Alberto Greco, la Giunta e i Consiglieri comunali tutti. Con loro i promotori della petizione che ha raccolto oltre 600 firme a Mirandola e più di 1500 sul territorio dell’Area Nord, il Prof. Ubaldo Chiarotti, del Comitato “Salviamo l’ospedale di Mirandola, la Prof.ssa Nicoletta Vecchi Arbizzi de l’Associazione La Nostra Mirandola, il Dott. Valter Merighi, del Dott. Sergio Penitenti, mentre collegata da Pavullo, Maria Cristina Bettini del Comitato “Salviamo l’ospedale di Pavullo”. Da segnalare anche la presenza del Sindaco di Medolla e presidente UCMAN, Alberto Calciolari, di quello di San Prospero Sauro Borghi. Ma pure del direttore dell’Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola, Dott. Giuseppe Licitra, dei dirigenti del Pronto Soccorso del medesimo ospedale Dott. Stefano Toscani e Dott.ssa Natasha Pellacani e del Direttore del distretto socio sanitario dell’Area Nord, Dott. Angelo Vezzosi, che alla fine però non interverranno. Oltre 50 le persone in sala, ma hanno sfiorato le 500 quelle collegate in diretta streaming da casa.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...