Muri e deja vu

Condividi su i tuoi canali:

Non costituisce reato essere beneficiaria di polizze ...pur credendo all'innocenza della Raggi  eppure ho una vaga sensazione  di ""deja vu"" in questi giorni... Alla sua inconsapevolezza tutti crediamo, come abbiamo creduto a Scajola, a Bossi, a Ruby nipote di Mubarack, a sua volta inconsapevole zio della procace e disinvolta donzella. Come crediamo a molte altre cose. Rassegnati, ormai. 

Il muro di Via  Anelli, a Padova


Chi è davvero  esperto nell’arte della menzogna, non spara banalissime “”panzane””… facilmente smascherabili,  ma  aggiusta la realtà, modifica in modo verosimile  anche le falsità più oltraggiose, altre volte ancora, tratta  notizie ed eventi con opportune amnesie.

In pratica usa  il miglior modo di mentire.

A cosa, se non a una  grave amnesia si potrebbero imputare le sdegnate proteste contro le misure prese da Donald Trump in materia di immigrazione, con la dimenticanza che  a nostra volta, nell’Europa che si ammanta di benevolenza e solidarietà umana,  viene fatto altrettanto, impedendo l’invasione selvaggia dell’immigrazione indiscriminata? (Eccetto l’Italia, beninteso, ma questa è un’ altra storia).

Così come, assai facilmente, da chi si strappa le vesti per il lavori ripresi al confine con il Messico, viene omesso il piccolo particolare che quel muro, così vergognoso e incivile,  non è un parto della fertile fantasia del neo eletto Presidente USA ma  fu iniziato dall’amministrazione Clinton nel 1994… senza suscitare, che io ricordi, la medesima indignazione. La Barriera di separazione tra Stati Uniti e Messico aveva lo stesso scopo di oggi,  ossia  impedire l’arrivo negli Stati Uniti dei migranti irregolari messicani e bloccare il traffico di droga.

E non sono forse muri, quelli che divideranno Francia e Regno Unito, a Calais?; oppure  Il Muro in Olanda, con lo scopo di impedire a immigrati illegali di allontanarsi dall’area portuale di Hoek van Holland ; oppure   Il Muro di Padova, recinzione di lamiere e strutture fisse lunga 80 metri, costruita il 9 agosto 2006 dal sindaco Zanonato, del Partito Democratico,  per separare il ghetto di via Anelli dalle altre strade del quartiere; o, ancora,   le Peace Lines: una serie di barriere lunghe in tutto 15 chilometri, alta 7 metri, costruita nel 1969, in Irlanda, fra la Belfast cattolica e la Belfast protestante, dopo il cosiddetto Conflitto nordirlandese, per prevenire le violenze tra cattolici e protestanti, ora con cancelli sorvegliati dalla polizia che vengono chiusi di notte.

Innumerevoli altri sono i “”muri”” sparsi in tutto il mondo, la stragrande maggioranza dei quali eretta proprio nelle nazioni da cui provengono gli indignati aspiranti cittadini americani… uno per  tutti, il muro fra  India–Bangladesh,  costruito nel 1993, lungo 4.096 chilometri, per la lunghezza della frontiera tra l’India e il Bangladesh. L’obiettivo è quello di fermare il flusso di immigrati provenienti dal Bangladesh, bloccare traffici illegali e bloccare infiltrazioni terroristiche…

Nulla di nuovo sotto il sole, come si dice in questi casi.

E nulla di nuovo sotto il sole, con un vago sapore di “”deja vu””  è quanto avviene in questi giorni, con gli avvenimenti che hanno travolto il Sindaco di Roma, beneficiaria inconsapevole di polizze, cosa legalissima, che non costituisce reato e per la legge, giustamente, è innocente. Vittima di questo indesiderato beneficio, la Raggi ha dichiarato, dopo l’interrogatorio – fiume:  “Non ho ricevuto un solo euro e sto valutando con i miei Avvocati di querelare chiunque in queste ore – anche sui giornali – inventi o ipotizzi che io possa aver ricevuto un vantaggio da questa operazione, a me totalmente ignota sino a ieri pomeriggio” .

Inconsapevolezza alla quale tutti crediamo, ci mancherebbe, come abbiamo creduto a Scajola, che dichiarava

“”Se dovessi acclarare che la mia abitazione fosse stata pagata da altri senza saperne io il motivo, il tornaconto e l’interesse, i miei legali eserciterebbero le azioni necessarie per l’annullamento del contratto””;

come abbiamo creduto a Bossi, che sdegnato per la ristrutturazione di casa sua tuonava

“”Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della Lega per sistemare la mia casa…”” ;

come abbiamo creduto a Ruby nipote di Mubarack (a sua volta inconsapevole zio della procace e disinvolta donzella).

Come crediamo a molte altre cose. Rassegnati, ormai.

Mi chiedo,  tuttavia se, e a quante mandate, chiudano le loro case i fautori dell’abbattimento di muri e dell’annullamento di frontiere e confini… Per coerenza, come dico sempre, costoro dovrebbero lasciare la porta spalancata e le loro case dovrebbero avere pareti  di carta oleata, facili da sfondare, in modo che  nessuno si faccia male.

Anche perchè… se un ladro si fa male  “”nell’esercizio delle sue  funzioni””  deve essere risarcito dal derubato.

^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto,  qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto portano direttamente ai relativi pezzi.  Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale

Muri e e deja vu

di A.D.Z.

La Sinistra scopre…

di Massimo Nardi…

L’Italia e’ ancora uno stato sovrano e se vuole rimanere tale non  puo’ accogliere tutti coloro che vengono dall’Africa. forse, cosi’ si spiega la velocita’ con cui si è fatto il nuovo trattato con la Libia. 

Il digiuno fa buona la politica

di Alberto Venturi

Il digiunare sottende una rivoluzione che ridistribuisca il troppo dei ricchi per colmare il troppo poco dei poveri, dando così ad ognuno l’opportunità di vivere fra la propria gente e trasformando la migrazione in una scelta volontaria.

Elezioni parte seconda

di Pensatore Libero

Si avvicinano le elezioni, quale partito di destra puo’ risovere i problemi della nazione?

Rassegna “”Chiacchierando di Diritto””

dell’Avv. Gian Carla Moscattini

 «Bella gente questa sera al Salotto», avrebbe detto un noto presentatore co
me incipit per la sua serata…

Dandini – Sorrentino

di Roberto Armenia

Quella “strana coppia” del mondo dello spettacolo e della comunicazione, un aapuntamento all’insegna della scrittura.

OSCAR : le nomination Made in Italy che nessuno ricorda

di Francesco Saverio Marzaduri

Annotazioni critiche e storia del premio cinematografico più famoso, in attesa dell’89ª edizione degli Academy Awards che  si terrà il prossimo 26 Febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles.

Perchè Sanremo è Sanremo

di Alex Scardina

Per una settimana disastri, politica interna, politica estera, economia, insomma, proprio tutto finirà nel dimenticatoio al grido “”canta che ti passa””. 

La rubrica Visti da vicino ha questa settimana ben tre servizi fotografici a cura di Corrado Corradi

Chiacchierando di Diritto

Belle immagini del  terzo incontro della rassegna “Chiaccherando di diritto” , Salotto Aggazzotti con l’avvocato Gian Carla Moscattini, del Foro di Modena.

Incontro Dandini – Sorrentino al Forum Monzani

Per il ciclo “Incontri con l’Autore” voluto e organizzato dalla “BPER Banca”, Serena Dandini e Paolo Sorrentino, hanno presentato i loro libri-novità “ Avremo sempre Parigi. Passeggiate sentimentali in disordine alfabetico” (Rizzoli Libri) e “Gli aspetti irrilevanti” (Mondadori Editore) 

Conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo

Alcune immagini della conferenza stampa di presentazioni della più famosa kermesse musicale italiana.

 

Auguro a  tutti buona settimana e buona lettura del n. 548-222

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...