Moschea : note di Sindaco e Vicesindaco

Condividi su i tuoi canali:

None

Nessuna moschea in via Ancora

Il sindaco risponde a Susanna Bonettini

 

 “Ancora una polemica sul nulla, ancora la volontà da parte del Pd di Sassuolo di screditare l’attività dell’Amministrazione comunale cavalcando notizie assolutamente false: nessuna moschea sorgerà in via Ancora”.

Il sindaco di Sassuolo Luca Caselli risponde così alle dichiarazioni del Capogruppo del Pd Susanna Bonettini riportate oggi dalla stampa locale.

“Se anche fosse vero – prosegue Caselli – che la Comunità Islamica stia trattando il terreno, una cosa deve essere certa: la moschea non verrà costruita.

Noi abbiamo la ferma intenzione di rispettare il programma elettorale che a proposito di moschee parlava chiaro.

Il consigliere del Pd, invece, dovrebbero essere più responsabili nell’attribuire a noi determinate cose e, forse, dovrebbero pensare a quello che hanno fatto loro negli anni passati: loro hanno condonato la moschea di via Cavour, loro hanno fatto il Psc adottandolo sebbene noi, dagli allora banchi di minoranza, non fossimo d’accordo.

Noi – conclude il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli – abbiamo intenzione di cambiare queste cose delle quali loro, e solo loro, devono assumersi le responsabilità”.

“Non cambieremo di una virgola la nostra posizione”

 

° * °

Sindaco e Vicesindaco commentano la sospensiva del Consiglio di Stato sulla moschea di Via Cavour

 

“Il fatto che il Consiglio di Stato abbia, in via cautelare e temporanea, sospeso il provvedimento dell’Amministrazione Comunale non significa che noi cambieremo di una virgola la nostra posizione sulla moschea di via Cavour”.

Il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli ed il Vicesindaco Gian Francesco Menani – commentano in questo modo la decisione del Consiglio di Stato  resa nota nel pomeriggio di ieri.

“La Moschea – proseguono Menani e Caselli – come è ben noto ai responsabili di quella comunità, non può rimanere e non rimarrà in via Cavour. Mancano le condizioni di sicurezza e, malgrado la destinazione d’uso generosamente concessa dalla precedente Amministrazione, quel magazzino non si può definire un luogo di culto”.

“Dalla nostra parte – commenta Luca Caselli – c’è una sentenza del Tar dell’Emilia Romagna, dalla loro un provvedimento provvisorio del Consiglio di Stato motivato in poche righe. Auspichiamo che la comunità islamica di via Cavour accolga la necessità di trasferirsi altrove”.

“In ogni caso – aggiunge il Vicesindaco con delega alla Sicurezza Gian Francesco Menani – attendendo la sentenza definitiva del Consiglio di Stato, ci stiamo attivando per intensificare i controlli sui parcheggi e per verificare nuovamente la legittimità e il rispetto delle misure di sicurezza relativamente alla riapertura dell’edificio”.

“Questa Amministrazione – concludono Luca Caselli e Gian Francesco Menani – non lascerà nulla d’intentato nel perseguimento del proprio programma politico che i sassolesi hanno sostenuto: gli islamici di via Cavour ne prendano atto”.

 

Cs

 

F. Panciroli

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

24 aprile Giornata Mondiale della Sicurezza

Ifoa accende il dibattito nazionale sulle “morti bianche” con Cesare Damiano e gli esperti del settore  Reggio Emilia, 22 aprile 2024 – In occasione della Giornata Mondiale

Convocazione Consiglio Comunale

Martedì 23 aprile, ore 19.00 Il presidente Alessandro Reginato ha convocato il prossimo Consiglio Comunale di Fiorano Modenese per martedì 23 aprile 2024, ore 19.00,