Monumento al fitodepuratore inutile

Condividi su i tuoi canali:

None

Nel cuore della nuova aera PEEP di Cognento, abitata da 150 nuove famiglie e da 300 della precedente lottizzazione, sorge, desolatamente inutilizzato, un monumento allo spreco della

amministrazione comunale di Modena : IL FITODEPURATORE DI QUARTIERE PER IL RECUPERO DELLE ACQUE BIANCHE E …. NERE?

Costrito 10 anni fa con il contributo dei fondi regionali “”europei””, è andato in funzione dopo un collaudo tecnico ufficiale che ha prodotto nei primi otto anni di funzionamento grandi quantità di insetti e zanzare tigre, odori nauseabondi ed erbacce tropicali, con conseguente disagio e pericolo sanitario (infezioni), dovendo noi, abitanti della zona PEEP, chiuderci in casa e rendendo di fatto inservibile tutta l’area verde attrezzata circostante, a causa delle suddette nauseabonde emissioni.

Segnaliamo che, scaduti i termini di garanzia, dell'””opera””, l’amministrazione comunale affidò la manutenzione della stessa, alla META SPA, la quale, non ritenendosi responsabile dell’opera, si limitò alla pulizia saltuaria delle erbacce tropicali e ad “”incuffiare”” il mescolatore di liquami il quale produceva un sonoro e continuato RAP, che di musicale aveva pochino, con buona pace dei vecchi e nuovi abitanti della zona PEEP, i quali dovevano rinunciare anche a quella fetta di    quiete, che si erano illusi di conquistarsi, andando ad abitare nel paradiso di Cognento, ma che la presenza del fitodepuratore aveva di fatto svalutato i loro stessi immobili.

Dopo il rimpallo istituzionale di responsabilità, si è scoperto che il malfunzionamento era causato dalla mancanza di uno scolo naturale delle acque e del trattamento dei rifiuti solidi.

Da qui la decisione dell’amministrazione comunale di chiudere il “”sito””, di svuotarlo dai liquami e di pensarci su, dal momento che gli abitanti di Cognento se ne stanno zitti e nessuno ne ha fatto alcuna denuncia.

Nel 2008 è entrata in funzione la nuova Scuola Elementare di Cognento, a 300 metri in linea d’aria dal monumento.

Ci chiediamo, qualora dovesse rientrare in funzione, quali conseguenze sanitarie potrebbe avere una produzione costante di insetti, zanzare ed odori nauseabondi sulla popolazione scolastica e non, appena insediata.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.